Il Tel Aviv Pride Month si svolge ogni anno a giugno, con un’ondata di eventi gay-friendly che si celebrano in tutta la città.

La Pride Parade di Tel Aviv è diventata la più grande di tutto il Medio Oriente. Alla luce della pandemia Covid 19, gli organizzatori delle quattro più grandi sfilate del pride in Israele – Haifa, Gerusalemme, Be’er Sheva e Tel Aviv-Yafo – hanno deciso di posticipare i futuri appuntamenti, sperando che possano svolgersi più tardi nel 2020.

Il mese dell’orgoglio gay, giugno 2020, vedrà ancora a Tel Aviv celebrazioni virtuali e alternative e già bandiere multicolore stanno rallegrando la città. Ron Huldai, sindaco di Tel Aviv-Yafo ha dichiarato: “Anche se quest’anno non potremo organizzare la tradizionale sfilata del Pride contrassegneremo il mese on eventi alternativi. Tel Aviv, che è già stata riconosciuta come la città più gay-friendly del mondo, continuerà ad essere una città faro – diffondendo i valori di libertà, tolleranza e democrazia”.

Etai Pinkas-Arad, membro del consiglio comunale e responsabile del settore LGBTQ, ha poi affermato: “Riconoscendo le coppie dello stesso sesso non sposate come nucleo familiare, il comune di Tel Aviv-Yafo afferma chiaramente che l’uguaglianza è un diritto fondamentale. La lunga strada della comunità verso l’uguaglianza continua – l’orgoglio gay e l’amore prevarranno”.

“Tel Aviv è davvero una città unica al mondo! Molti i riconoscimenti internazionali ad essa attribuiti: la start up city, la città più vegan friendly e pet friendly al mondo, luogo di grande interesse architettonico e culturale grazie soprattutto alla eccellenza del Bauhaus e alla famosissima Città Bianca, la città con le più belle spiagge cittadini di tutta l’area, la città più gay friendly in assoluto: un viaggio a Tel Aviv significa scoprire tutti i molteplici ed interessanti aspetti di Israele che qui sono riassunti in un unico respiro”, le parole di Avital Kotzer Adari, direttore dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo a Milano.

Il Pride di Tel Aviv è ampiamente riconosciuto come uno dei principali eventi LGBTQ del mondo, attirando migliaia di visitatori. La sfilata dello scorso anno ha visto la presenza di oltre 250.000 persone e Tel Aviv è stata votata da Logo TV come La migliore città per l’ orgoglio gay e dal quotidiano britannico Indipendent come una delle migliori destinazioni di vacanza per i viaggiatori LGBTQ.