“Stiamo lavorando per l’inverno sulle mete possibili però non perdiamo la speranza che il governo tolga l’obbligo di quarantena almeno per una parte dei paesi extra-UE. Anche se ogni tipo di previsione è off-limits per il futuro, in casa Columbus Tour Operator la voglia di ripartire non manca. Lo si vede dalle scelte fatte da giugno a settembre, prodotti ben mirati e selezionati dal mare Italia – Croazia – Irlanda e Grecia qualche segnale lo hanno dato, il merito è delle agenzie di un certo livello che sanno chi è Columbus e la professionalità dei nostri collaboratori”.

Così il presidente di Columbus Ivano Zilio.

“Ed è per questo che da settembre punteremo a selezionare una rete di agenzie di buon profilo, ci rafforzeremo laddove possiamo offrire un vero valore aggiunto. Ringrazio vivamente – continua Zilio – il personale per aver aiutato i clienti durante il riavvio del T.O. e soprattutto durante la crisi. In futuro lavoreremo per supportare i clienti tramite app online, call-center telefonico o tramite un team di crisis management. Il tutto in un’ottica di rafforzare le aree ad alto reddito”.

“La direzione Columbus –  conclude il presidente – vede la crisi come un’opportunità. Proseguendo il nostro cammino ci rafforzeremo laddove possiamo offrire un vero valore aggiunto per i nostri clienti. Saremo in prima fila per dare consigli e informazioni ma soprattutto sicurezza. In questo periodo tutti noi dello staff Columbus, vecchia guardia del turismo, con grande professionalità non ci siamo persi d’animo, anzi siamo in prima linea per supportare le agenzie”.