Vueling, nuovo Airbus A320neo con le città europee disegnate dai bambini

341

Nell’ambito dell’iniziativa We Love Young Energy, Vueling ha presentato all’aeroporto di Barcellona-El Prat un nuovo aereo le cui decorazioni rappresentano le destinazioni raggiungibili con la compagnia, disegnate a mano da bambini dei  dipendenti.

L’aereo scelto per questa iniziativa è uno dei nuovi Airbus A320neo, con registrazione EC-NAJ, che fa parte dei tre aerei recentemente integrati nella flotta di Vueling. L’A320neo è un’evoluzione più sostenibile e silenziosa dell’A320, in grado di diminuire il consumo di carburante e le emissioni di CO2 del 15%, oltre alla riduzione del rumore dei motori fino al 50% rispetto ai modelli precedenti.

In aggiunta, Vueling ha pubblicato un simpatico video sugli standard di sicurezza aerea, spiegati da e per i bambini. Il video è ora disponibile in spagnolo, inglese, francese e italiano e può essere visualizzato sui profili social della compagnia.

Ana Fernández, Direttore della Comunicazione e delle Relazioni Istituzionali di Vueling, ha affermato: “Siamo molto felici di rendere i nostri futuri clienti protagonisti di questa iniziativa davvero speciale. I bambini che hanno partecipato sono anche i figli dei nostri colleghi e quindi la soddisfazione e l’orgoglio per noi sono doppi. Speriamo che tutti i bambini che viaggiano con noi possano godere dell’esperienza di volo e apprezzare questa simpatica decorazione”.

Inoltre, sempre in linea con la sua politica di sostegno ai più piccoli, Vueling ha donato all’ONG Save the Children € 20 per ogni bambino che ha partecipato a questo bellissimo progetto. Questa donazione fa parte di un rapporto di collaborazione stipulato tre anni fa con il lancio della campagna “Euro Solidario”. Attraverso questa campagna, i clienti di Vueling possono donare € 1 durante il processo di prenotazione del proprio viaggio cliccando sulla casella indicata.

Il denaro raccolto è stato destinato a vari progetti volti a proteggere i più piccoli, tra cui l’apertura di nuovi spazi progettati per sostenere le famiglie a rischio di esclusione sociale, offrendo loro un ambiente stabile in cui ricevere supporto.

“Grazie ad iniziative di solidarietà come questa, siamo stati in grado di aiutare oltre 6.000 bambini rifugiati fornendo loro istruzione, protezione, supporto emotivo e degli spazi sicuri, progettati per sostenere le famiglie a rischio di esclusione sociale, le madri che allattano e i loro figli. Questi spazi, adattati alle loro esigenze, sono essenziali affinché i bambini possano recuperare una parvenza di normalità dopo ciò che hanno vissuto”, ha affermato Antoni Pérez, Direttore di Save the Children in Catalogna.