Vuela presenta “Hola”, una nuova linea di viaggi che, durante la vacanza, consente di visitare alcune delle località più iconiche del Centro e Sud America e di frequentare una scuola di spagnolo per apprendere o approfondire la lingua.

Due i viaggi lanciati, “Hola Guatemala” e “Hola Perù”. In entrambi i casi la struttura del programma è la stessa: la prima settimana è dedicata alla visita delle località più iconiche mentre la seconda alle lezioni di spagnolo.

Le scuole si trovano ad Antigua in Guatemala e a Cusco in Perù. La scuola in Guatemala è stata fondata nel 2002 e si avvale di insegnanti che vantano una lunga esperienza con studenti stranieri. Le classi sono formate da piccoli gruppi di 3 o 4 persone con un insegnante in spagnolo/inglese e un programma elaborato secondo le linee guida stabilite dalla CE nello studio dello spagnolo come seconda lingua. Nella scuola di Cusco, gli insegnanti hanno esperienza pluriennale e sono stati formati presso l’Istituto Unamuno di Spagna. Le lezioni possono essere al mattino o al pomeriggio e gli insegnanti così come le ore di lezione variano in base al grado di conoscenza della lingua da parte degli allievi. I programmi di studio prevedono attività di conversazione, nonché l’utilizzo della lingua spagnola in situazioni reali, ad esempio durante visite ai musei o ai mercati locali. Durante il tour del Paese i pernottamenti sono previsti in hotel, mentre il soggiorno per il corso di spagnolo prevede la sistemazione presso una famiglia locale, per approfondire la lingua nella quotidianità e per apprendere usi e costumi dei locali.

L’originalità dei programmi sta però nel fatto che durante il soggiorno studio, si può partecipare ad attività sociali, come incontri con associazioni che si occupano di sostenere famiglie bisognose, comunità indigene – ma anche lezioni di ballo – oppure, come in Perù, ad attività di volontariato – che restano comunque facoltative – come l’affiancamento ai maestri nelle scuole materne durante il periodo scolastico, ma anche nei canili.

“Non è esatto definirla vacanza studio, perché di fatto non si tratta di questo – commenta Karina Ruiz, titolare di Vuela – È un viaggio di scoperta e di approfondimento di una terra, di un popolo e anche di un idioma, con vere e proprie lezioni di spagnolo nella mattinata e pomeriggi dedicati ad apprendere i fondamenti della tradizione culturale locale, con visite a ONG che si occupano dell’educazione dei bambini di famiglie bisognose, a comunità e attività ricreative e sportive, sempre insieme agli abitanti del luogo. Un viaggio che consente di essere a diretto contatto con la popolazione locale e di apprendere, insieme alla lingua, anche le loro abitudini e i loro usi. Abbiamo chiamato questa nuova linea “Hola”, che significa ciao e che è forse la prima parola che si impara viaggiando nei luoghi di lingua ispanica, e abbiamo deciso di dedicare le prime due proposte al Guatemala e al Perù, due destinazioni che conosciamo molto bene e che programmiamo da oltre dieci anni”.