Volotea ha trasportato più di 7,6 milioni di passeggeri nel 2019, 1 milione in più rispetto al 2018. Il vettore ha operato un totale di 59.600 voli, +12% sul 2018. L’incremento registrato nel numero di passeggeri (+16% anno su anno), si affianca al più alto load factor medio totalizzato dalla compagnia che, per la prima volta, è del 94%.

Nel 2019, Volotea ha lanciato un ambizioso programma finalizzato ad aumentare la soddisfazione dei suoi passeggeri. Svariate migliorie sono state apportate nella prima metà dell’anno, grazie a un investimento totale di 15 milioni di euro. A seguito di ciò, nel 2019, il livello di raccomandazione dei clienti Volotea è cresciuto significativamente.

In aggiunta, questi miglioramenti hanno permesso alla compagnia di incrementare l’integrità delle sue attività e la puntualità di suoi voli raggiungendo, nel 2019, un OTP 15 Departures del 75,6%, pari a un incremento di 2 punti percentuali rispetto all’anno precedente. Nel 2019, Volotea continua a guidare le classifiche di affidabilità in Europa, posizionandosi come la seconda compagnia aerea europea con il minor numero di voli cancellati.

“Per Volotea, il 2019 è stato il migliore anno in termini di prestazioni operative. Abbiamo rafforzato la nostra offerta e ampliato il nostro network, offrendo elevati standard di puntualità e affidabilità. La soddisfazione dei clienti è notevolmente aumentata, a seguito degli investimenti per migliorare l’esperienza di volo a bordo di Volotea. Continueremo a crescere nel 2020, aggiungendo più rotte al nostro network europeo in rapida crescita”, ha affermato Carlos Muñoz, Presidente e Fondatore di Volotea.

Volotea punta a svilupparsi a livello internazionale e, per il 2020, sono stati programmati più di 62.300 voli per un totale di oltre 9 milioni di posti, tutti già in vendita. Volotea opererà 354 rotte in più di 90 città. 6 nuovi Airbus A319 si aggiungeranno alla flotta di Volotea, per un totale di 39 aeromobili. Allo stesso tempo, 3 Boeing 717 saranno gradualmente sostituiti, perseguendo così l’obiettivo di diventare una compagnia aerea 100% Airbus entro la fine del 2022.

In Italia, Volotea incrementerà la sua offerta del 10% e, il 28 maggio, inaugurerà la sua nuova base a Napoli, dove verranno aumentati i posti in vendita del 16%, per un totale di oltre 1 milione di biglietti disponibili. A Cagliari (base inaugurata a maggio 2019), il vettore scende in pista con mezzo milione di posti per il 2020 (+ 26%). In Francia, l’offerta di Volotea prevede 4 milioni di posti in vendita: gli incrementi maggiori si concentreranno a Lione (nuova base 2020) e Marsiglia (+43%). A Nantes, sono 1,25 milioni i biglietti Volotea in vendita.

Volotea rafforzerà anche le sue attività in Spagna (+16%) e Grecia (+19%) e, proprio in questi 2 Paesi, la low-cost comincerà a volare in 4 nuovi aeroporti: Barcellona e Castellón in Spagna, Kalamata e Salonicco in Grecia. Complessivamente, la compagnia aerea inizierà a volare in 8 nuovi aeroporti, raggiungendo anche Varna (Bulgaria), Hannover (Germania), Marrakech (Marocco) e Deauville nel nord della Francia.

3 nuove basi verranno inaugurate da Volotea a Napoli, Lione e Amburgo nel 2020. Amburgo, prima base Volotea in Germania, è stata selezionata per operare l’Airbus Shuttle Service, attivato lo scorso 4 novembre e che proseguirà, con Volotea, per i prossimi cinque anni.

Volotea inoltre allocherà Airbus A319 nelle sue nuove basi per incrementare la sua crescita e creare nuove opportunità di lavoro a livello locale. Volotea stima di aggiungere 150 nuove posizioni lavorative, portando così il suo organico a oltre 1.450 dipendenti tra le 16 basi in Europa e gli uffici centrali di Barcellona.

La scorsa estate, il vettore ha festeggiato il 25 milionesimo passeggero trasportato dall’avvio delle sue attività nel 2012 e stima di raggiungere, prossimamente, i 30 milioni di passeggeri.