“Siamo in una fase di forte espansione sia a livello distributivo, con l’apertura del booking a Napoli, che di programmazione quindi gli incrementi a doppia cifra sono fisiologici. L’aspetto più interessante è la fidelizzazione della rete distributiva, che ci permette di crescere anche sulle nostre destinazioni consolidate. Un risultato che abbiamo ottenuto perché le agenzie sono al centro di ogni nostra attività. Prendendo in prestito le parole di Jeff Bezos: ‘Il nostro lavoro è rendere ogni aspetto dell’esperienza dei clienti un po’ migliore giorno dopo giorno’. E naturalmente per noi i clienti sono gli agenti di viaggi, a cui ci rivolgiamo come nostro unico canale distributivo”.

Così Luigi Deli, Presidente Volonline, racconta la crescita dell’operatore.

Protagonista assoluta e testimonianza più evidente dell’impegno di Volonline per i suoi partner è la piattaforma Volonclick. A 6 mesi dal lancio della nuova release, il self booking tool ha quadruplicato i numeri rispetto all’anno scorso, anche in virtù di costanti investimenti finalizzati a rendere lo strumento sempre più strategico. Una delle novità più recenti è la nuova funzionalità nel flusso di prenotazione degli hotel che consente di passare dalla visualizzazione del “best price” al confronto dinamico di tutte le opzioni disponibili per la stessa camera. Il risultato è un benchmark automatico di migliaia di contratti, utile per verificare tutte le varianti disponibili in merito a tipologia di sistemazione e trattamento, così da soddisfare il range più ampio possibile di clienti.

Volonline ha presentato anche i dati relativi alle destinazioni maggiormente performanti durante i mesi estivi: sul gradino più alto del podio si posiziona l’Africa, trainata dal tailor made in Sud Africa e dai pacchetti sul Mar Rosso. Secondo e terzo posto rispettivamente per Medio Oriente e Mediterraneo. Tengono USA e Oriente, destinazioni consolidate per il tour operator, protagoniste di un rinnovato slancio grazie alla domanda proveniente dal bacino del sud Italia, in seguito all’apertura del booking di Napoli. Bene infine l’Oceano Indiano che, tra gli evergreen alle Maldive e i recenti investimenti in Kenya e a Zanzibar, raggiunge un incremento anno su anno del 15%.

Da segnalare infine la performance dei pacchetti in allotment a +10%, anche se, come precisa Luca Adami, CMO Volonline: “A differenza del segmento tailor made, che cresce in modo continuativo, i pacchetti in allotment sono stati caratterizzati da un flusso altalenante, che ha visto un ritardo inatteso a inizio stagione, recuperato poi nel corso di giugno e luglio. Questo è dovuto al target di riferimento, più attento alla spesa e quindi più sensibile ad eventi esterni che hanno condizionato l’inizio della stagione, come il clima e i fatti di cronaca internazionale”.

Complessivamente 6 gli educational riservati al trade, in programma tra ottobre e novembre: Maldive da Milano e da Napoli, per la presentazione dei nuovi resort disponibili per l’inverno, Portogallo da Milano e da Napoli, combinato Oman + Zanzibar da Milano e Dubai da Napoli.