Viva Wyndham Resorts: tutte le novità e un progetto per contrastare le alghe in Messico

96

Viva Wyndham Resorts presenta i dati del 2019 e le novità della prossima stagione.

I mesi da gennaio ad agosto del gruppo alberghiero sono stati positivi in termini di occupazione e redditività. Nonostante i Caraibi abbiano vissuto una flessione da parte dei mercati europei, Viva Wyndham Resorts, che commercializza le sue otto strutture in ambito internazionale, ha compensato con la clientela sudamericana, proveniente in particolare da Argentina, Cile, Colombia e Uruguay.

Per quanto riguarda l’Italia, la partnership con il Gruppo Alpitour è stata molto positiva, risultato di un percorso iniziato diversi anni fa. L’integrazione di alcuni brand come Eden Viaggi e Margò ha consentito di ottimizzare le occupazioni alberghiere, grazie ad un maggior numero di posti volo dedicati nelle varie destinazioni.

Ogni brand del Gruppo mantiene una propria individualità e un proprio stile, che viene facilmente percepito dal mercato. Per quanto riguarda il 2020 Viva Wyndham Dominicus Beach (Bayahibe) sarà esclusiva di Eden Viaggi, Viva Wyndham Dominicus Palace (Bayahibe) passerà da Francorosso a Presstour nella sua linea Explora Club.

In Messico Presstour consolida la sua presenza al Viva Wyndham Maya e alle Bahamas Bravo rinnoverà la proposta del Viva Wyndham Fortuna Beach per l’estate.

Sul fronte dei tour operator italiani si consolida la partnership con Settemari, che oltre al Viva Wyndham Azteca (Riviera Maya) da dicembre assume l’esclusiva del V Samaná, il raffinato adults only nel nord della Repubblica Dominicana. Settemari posiziona il resort nella gamma Balance Club, che si focalizzano su benessere e armonia interiore.

Sulla Riviera Maya, inoltre, Viva Wyndham Resorts ha aderito al progetto “Sargasso at Sea Collection”, che si appresta a vivere la prima fase sperimentale. Consiste nell’eliminare la presenza delle alghe, che influiscono negativamente nella fruizione del Mar dei Caraibi. L’iniziativa è in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente messicano.

Per quanto riguarda l’aggiornamento Bahamas dopo il passaggio dell’uragano Dorian, il Viva Wyndham Fortuna Beach – presente su una delle due isole più colpite – non ha subito rilevanti danni. I piani sono di riaprire a dicembre.

Così Giuliana Carniel, Europe Sales & Marketing Director: “È stato un anno impegnativo ma le buone scelte del management hanno permesso che i tassi di occupazione dei nostri resorts rimanessero in linea con gli altri anni, seppur con maggiori sforzi commerciali. Per quanto riguarda il mercato italiano, che commercializza sei delle nostre strutture, i rapporti con il Gruppo Alpitour sono consolidati da tempo; siamo entusiasti che Settemari si sia innamorato della penisola di Samaná, che noi abbiamo sempre ritenuto un piccolo angolo di paradiso. I recenti eventi legati al gruppo Thomas Cook, all’uragano Dorian e alla problematica delle alghe in Messico, hanno distratto parte delle attenzioni che stavamo concentrando sui piani di sviluppo che però avranno certamente nuovo slancio già dal prossimo anno”.