Vietnam Airlines torna a volare in Europa dopo i mesi del lockdown e riapre le rotte tra il Paese asiatico e gli aeroporti di Francoforte e Parigi CDG.

A partire dal 23 luglio, il vettore collegherà dunque l’aeroporto di Parigi CDG con Hanoi con una frequenza settimanale, a cui si aggiungeranno nei prossimi giorni gli operativi, sempre settimanali, anche dalla città tedesca. Essendo ancora in vigore le restrizioni agli spostamenti tra l’Unione europea e il Vietnam, i voli tra Hanoi e l’Europa riguarderanno esclusivamente il rimpatrio di cittadini vietnamiti. Una volta che la situazione sanitaria e gli accordi tra gli Stati lo consentiranno, Vietnam Airlines ricomincerà anche ad operare il network internazionale servito prima della pandemia.

All’interno dei confini domestici, la compagnia non ha mai smesso di volare neppure negli scorsi mesi. Dal mese di maggio, Vietnam Airlines ha operato 22 nuove rotte, portando il network domestico a 61 destinazioni, con una frequenza di quasi 500 voli nei periodi di più elevata domanda. In particolare, la compagnia ha incominciato a volare dai suo hub di Hanoi e Ho Chi Minh City verso alcune delle più importanti mete turistiche del Paese, come Da Nang, Phu Quoc, Da Lat, Hue e Can Tho.