La presidente della Commissione Europea Ursula Von der Leyen consiglia di aspettare a prenotare le vacanze estive perché “dobbiamo imparare a convivere con il virus per molti altri mesi almeno fino alla fine dell’anno”.

Nella sua intervista al giornale tedesco Bild ha poi raccomandato “di aspettare prima di fare piani in questo momento nessuno può fare previsioni affidabili per luglio ed agosto”.

Come era prevedibile, le parole della presidente della Commissione hanno subito scatenato polemiche in un settore, quello del turismo, duramente colpito e quasi azzerato dall’emergenza coronavirus.

Duro il commento di Federalberghi. Il presiddente Bernabò Bocca ha invitato “a non commettere questo grave errore. Se le persone ritarderanno le prenotazioni le imprese e i posti di lavoro si squaglieranno come neve al sole”.

“Gli albergatori italiani – ha aggiunto Bocca – offrono a tutti la possibilità di prenotare senza mettere a rischio le esigenze di sicurezza, grazie alla possibilità di cambiare il proprio programma di viaggio qualora la situazione lo richieda”.

“Chiamate l’hotel – le conclusioni del presidente degli albergatori italiani – e chiedete una prenotazione flessibile, che consenta la possibilità di cambiare la data. Keep calm e #cambialadata #changethedate è lo slogan che suggeriamo a tutti i nostri ospiti”.