“La proposta di legge ‘Più Turismo Più Italia’ di FdI indica nel turismo una leva per risollevare l’economia del nostro Paese. Prevede l’istituzione di un ministero del Turismo più agile, autonomo e dotato di risorse proprie, di investimenti per la riqualificazione delle strutture, l’istituzione di una scuola nazionale di alta formazione e finanziamenti per il miglioramento dell’offerta formativa degli istituti professionali di Stato del settore”.

Così Riccardo Zucconi, deputato di Fratelli d’Italia e primo firmatario della proposta di legge di FdI agli Stati Generali del Turismo a Catania.

“Lavorando da sempre in questo settore – spiega  – ho potuto constatare per anni molti aspetti negativi come lo spreco di risorse pubbliche , la intollerabile pressione fiscale che grava anche sulle aziende operanti nel comparto, le asfissianti burocrazie; è proprio dalla mia esperienza pluriennale che nasce questa proposta di legge a cui Giorgia Meloni ha dato impulso apponendo la sua firma per la presentazione alla Camera dove andrà in discussione il 23 ottobre. Che poi proprio dalla Versilia, dalla mia terra, provenga una legge destinata a riordinare tutta la normativa sul Turismo è poi per me un onore”.

“Il cambiamento però – conclude Zucconi – deve passare prima di tutto per una riforma costituzionale che, consentendo di recuperare una competenza concorrente fra Stato e Regioni in materia di turismo e permetta di attuare una vera a fattiva politica nazionale di promozione e di governo per il Turismo”.