Turismo Malesia, al via gli incontri con il trade

610

Un autunno pieno quello dell’Ente del Turismo della Malesia e della sua rappresentante, Vincenza Andreini (nella foto), che ha illustrato le attrazioni e le iniziative del Paese in occasione di un appuntamento dedicato ai rapporti Italia-Malesia e inserito nel ‘Festival della diplomazia 2018’.

“I nostri programmi di formazione sono continui e numerosi – ha dichiarato Andreini – Entro la fine dell’anno abbiamo in programma incontri per far conoscere le crociere con Star Clippers che fanno tappa a Langkawi, Penang e Malacca: il 21 novembre saremo a Varese con Caleidoscopio, il giorno dopo sarà la volta di Torino con Go Asia e abbiamo in progetto un’altra area del Nord con Naar, sempre in quest’ultima parte dell’anno”. Il rapporto con la filiera del turismo organizzato è molto importante per l’Ente, come testimoniato dai tour operator presenti alla serata e che, in maggioranza, consentono anche escursioni presso le tribù indigene malesi: Viaggi dell’Elefante, Bell Travel, Karisma Travelnet, Asiando e Tour Service, quest’ultimo specializzato nel ‘Moto GP’ con la dotazione di una biglietteria gestita in proprio.

“Circa il 70% delle vendite passa dalla distribuzione – ha aggiunto Andreini – Questo si spiega con il fatto che il 60% degli italiani sceglie la Malesia per il viaggio di nozze, spesso organizzato dalle agenzie di viaggi. Il bacino di partenze vede primeggiare il Nord, ma il prodotto della luna di miele rende molto interessante anche il Sud. A conferma di questo, dal 3 al 12 novembre partirà un fam trip con Raro by Nicolaus che porterà dieci agenzie selezionate a Langkawi, con soggiorno al Ritz-Carlton, e a Kuala Lumpur, con pernottamento allo Shangrilà”.

Le novità di novembre 2018 non finiscono qui, perché dal 5 del prossimo mese Condor Airlines permetterà di volare con un unico biglietto da tutti gli aeroporti italiani a Francoforte, collegata direttamente a Kuala Lumpur tre volte a settimana. Il 20 novembre ci sarà a Brescia un incontro con l’Ente del Turismo della Malesia e Condor finalizzato ad approfondire nel dettaglio quest’iniziativa del vettore. Per quanto riguarda le strutture ricettive in loco, un mese fa c’è stata l’inaugurazione del W Hotel a Kuala Lumpur, dal lusso accessibile, mentre a fine agosto è stato aperto, sempre nella capitale della Malesia, il Banyan Tree, dal taglio più esclusivo. Tra Johor e Malacca, inoltre, è stato inaugurato due settimane fa l’Hard Rock Hotel Desaru, 5 stelle più orientato alle famiglie e che ospita nel proprio complesso l’unico parco Legoland presente in Asia.

L’Italia è il quinto mercato come arrivi, dopo Regno Unito, Germania, Olanda e Francia, e terzo come spesa pro capite, preceduto da Regno Unito e Russia. “Gli italiani sono i primi per spesa nell’eurozona – ha detto Andreini – Il rimanente 40% che non va in Malesia in luna di miele si suddivide in un 30% di coppie in vacanza e in un 10% costituito da famiglie e gruppi. Nel periodo compreso tra gennaio ed agosto sono stati 38.605 gli arrivi dall’Italia, con un incremento del 21% sullo stesso periodo dell’anno scorso, e nel solo mese di agosto abbiamo registrato 12.059 arrivi, con una crescita del 27,9% rispetto ad agosto 2017. L’anno scorso gli arrivi dall’Italia sono stati 44.400 e quest’anno, alla luce delle cifre registrate, arriveremo a 46-47.000 arrivi italiani”.