Norwegian Cruise Line si tinge di arcobaleno, invitando alla libertà di esplorare e di amare con il messaggio “Free to Love”. “A bordo delle navi – racconta NCL – gli ospiti possono vivere un’esperienza “freestyle” a 360 gradi, seguendo solo i propri gusti e non programmi prestabiliti, in un viaggio all’insegna della libertà di essere se stessi in tutti i propri straordinari colori e sfumature”.

Tra le numerose coppie LGBTQ+ che hanno solcato i mari con NCL, anche i travel blogger toscani Giovanni e Filippo, sui social “Ippo e Dixon”, sono partiti per una crociera gay friendly a bordo della Norwegian Getaway: i due “viaggiatori compulsivi”, come si definiscono loro stessi, sono salpati alla volta dei Caraibi occidentali, scoprendo alcune tra le più belle perle incastonate in questo mare dalle mille sfumature.

“In una crociera di una settimana con partenza e ritorno da New Orleans – racconta la compagnia – Filippo e Giovanni hanno potuto esplorare l’Isola di Cozumel in Messico, l’isola di Roatan in Honduras, Harvest Caye in Belize (l’isola privata di NCL) e la Costa Maya in Messico”.

I due blogger hanno raccontato la loro esperienza con NCL, all’insegna di inclusività, passione, relax e avventura.

Per noi era la prima crociera e abbiamo scoperto un piccolo mondo, ma un mondo migliore rispetto a quello sulla terra, perché a bordo della Norwegian Getaway ci siamo sentiti una coppia qualunque, non abbiamo percepito nessun tipo di pregiudizio da parte degli altri, tutti erano sulla nave per un unico scopo: divertirsi e rilassarsi e così è stato. Inoltre abbiamo conosciuto un’altra coppia LGBTQ+, due ragazze americane. Sulla nave con noi oltre a loro c’erano anche molte altre coppie rainbow e tutte vivevano alla luce del sole e questo è stato davvero bello e rincuorante! Quindi come ci siamo sentiti? Più che bene, benissimo.

E sui Caraibi occidentali i due blogger commentano.

I posti sono meravigliosi, acque cristalline, popoli fantastici, anche se è risaputo che molti stati del sud America non sono ancora pronti al mondo LGBTQ+. Detto questo però crediamo che sia un itinerario davvero affascinante, che ti permette di vedere e fare le più svariate cose, storia, mare, attività (come zip line o snorkeling). Come è buona norma in tutti i paesi del mondo, nessuno escluso, la comunità LGBTQ+ deve sempre porgere un occhio di riguardo alle usanze del luogo e non comportarsi in modi che possano dare fastidio: questo non vuol dire comportarsi da eterosessuale o fingere di essere qualcosa che non si è, ma comportarsi da persone ragionevoli ed intelligenti. Nel mondo ci sono così tante cose belle da vedere che è un peccato rinunciarci perché qualcuno la può pensare diversamente da te. I Caraibi occidentali sono una meta fantastica per tutti, mondo LGBTQ+ incluso.

La crociera come modalità per i viaggiatori LGBTQ+.

Non è certo un viaggio avventura, mentiremmo, ma hai tutto quello che vuoi: relax, posti da vedere, cose da fare, ristoranti, piscine, discoteche, persone sconosciute da conoscere e molto altro. Diciamo che è un viaggio avventura rilassante, perché ogni giorno hai cose nuove da fare, ma senza doverti scervellare su come farle! E poi a molti piacciono le vacanze rilassanti, quindi la crociera è sicuramente un piccolo grande mondo che accontenta tutti.