Trenitalia, al via orario estivo: un treno ogni 12 secondi per mare, montagna e città d’arte

79

Un treno di Trenitalia in partenza ogni 12 secondi. È la ricca offerta commerciale a disposizione di chi viaggia per lavoro e studio. Non solo, anche per turismo e svago verso oltre 500 città d’arte, le principali località balneari e montane, quelle più apprezzate dai turisti.

Al via da domenica 9 giugno, l’orario estivo 2019 di Trenitalia permette alle persone di raggiungere le località turistiche utilizzando il treno, mezzo ecologico per eccellenza, e lasciando l’auto a casa.

Tante le soluzioni a disposizione grazie a circa 7mila treni al giorno fra Frecce, InterCity e regionali. L’offerta di Trenitalia diventa così sempre più capillare, soprattutto nelle aree urbane, e dinamica perché personalizzabile, in qualsiasi momento della giornata, sulla base delle esigenze delle persone che scelgono il treno: più attenta ai viaggi business durante la settimana e più turistica nei fine settimana e nella prossima estate.

Con la nuova offerta sarà possibile raggiungere, oltre alle città d’arte, la Riviera adriatica dall’Emilia Romagna alla Puglia, la costa ligure anche grazie al 5 Terre Express, la costa tirrenica dalla Toscana al Lazio fino alla Campania e alla Calabria, con più collegamenti, fino a Reggio Calabria, per le principali località di mare. La nuova offerta commerciale prevede anche le soluzioni treno+nave per i collegamenti con la Sicilia e collegamenti con le località turistiche dell’Isola. Collegamenti comodi sono previsti anche per chi vuole raggiungere in treno la montagna, in particolare le località del Trentino-Alto Adige, e per chi raggiunge l’Italia in aereo e nave.

Sono 437 i treni al giorno tra Frecce, InterCity, EuroCity, Euronight e FRECCIALink che, con ulteriori 190 nuove fermate, connettono nell’estate 2019 più di 240 stazioni delle principali città italiane. 61 spiagge, 25 borghi tra i più belli d’Italia, 33 siti dell’Unesco, 8 parchi nazionali, 8 località montane, 21 wellness location e 22 grandi giardini d’Italia sono raggiungibili con i 6.500 treni del trasporto regionale.