Tourism Authority of Thailand: un ex calciatore per promuovere Ko Panyi

299

Tourism Authority of Thailand (TAT) ha scelto l’ex terzino sinistro di Roma e Liverpool, John Arne Riise come protagonista di uno spot online nella baia di Phang Nga per promuovere lo sviluppo sostenibile della comunità a Ko Panyi e l’iconico campo da calcio galleggiante. Il cortometraggio sarà trasmesso tramite Dugout, il sito web dedicato al calcio, a partire dal 28 novembre 2019.

Riise è andato con TAT a esplorare molte delle attrazioni turistiche della Baia di Phang Nga. Oltre a Ko Panyi, ha visitato Ko Lot, Ko Yao Noi, James Bond Island (Ko Tapu) e ha fatto anche canoa in mare.

A Ko Panyi, Riise ha sorpreso un gruppo di bambini locali giocare sul campo di calcio galleggiante dell’isola, li ha coinvolti in una partita improvvisata e in una sessione di Sepak Takraw.

“Quando mi è stato detto per la prima volta del campo da calcio galleggiante sull’oceano la mia reazione è stata: come è possibile? E’ incredibile che i bambini locali possano giocare a calcio con i loro amici e interagire. Dimostra che si può davvero giocare a calcio ovunque e mettere in relazione le persone. Ho pensato che fosse bellissimo”, ha detto Riise.

Fino a tre decenni fa, la vita a Ko Panyi dipendeva dal Mare delle Andamane per cibo e reddito fino alla decisione di costruire il campo che ha contribuito a sollevare la comunità musulmana dell’isola da un ciclo di povertà, disoccupazione e analfabetismo.

I ragazzi locali hanno sviluppato abilità calcistiche uniche dopo gli allenamenti sulla piattaforma instabile e presto hanno iniziato a giocare contro altre squadre in Thailandia. Il Panyi FC ha vinto sette campionati regionali consecutivi dal 2004 ed è considerato uno dei migliori programmi di calcio giovanile nel Paese. Oggi l’isola è una destinazione turistica famosa per il pesce fresco e le perle, e per il suo campo da calcio galleggiante.

È questo amore per il calcio, ma senza un posto dove giocare, che ha ispirato Riise: “Penso che lo sport in generale sia passione. È il modo più semplice per connettere le persone e offrire a individui di diversa estrazione un modo per vivere meglio. Possiamo avere stili di vita diversi e provenire da differenti parti del mondo, ma lo sport è sempre il modo più semplice per farci incontrare. Per me è importante poter viaggiare per il mondo dimostrando che il calcio è per tutti”.

Il viaggio organizzato da TAT ha fornito a Riise uno spaccato della Thailandia che non aveva avuto molto tempo di godersi nel corso della sua carriera professionale. In passato, era stato in Thailandia solo per amichevoli o in tournée. Questo è stato davvero il primo viaggio in cui ha avuto modo di scoprire quanto sia incredibile il Paese che ora è diventato una delle sue destinazioni di viaggio preferite al mondo.

“Le persone hanno molto da imparare dalla Thailandia e dall’ospitalità thai. Un punto culminante del mio viaggio è stato l’incontro con i thailandesi e l’interazione con loro. Sono sorridenti, educati, rispettosi, felici e disponibili. È meraviglioso”, ha concluso Riise.