Thailandia: TAT, Expedia Group e UNESCO insieme per il turismo sostenibile

321

Tourism Authority of Thailand (TAT), Expedia e UNESCO, lanciano un’iniziativa globale per il turismo sostenibile, Sustainable Tourism Pledge, per ridurre la plastica monouso promuovendo allo stesso tempo la cultura e le attività comunitarie in Thailandia.

La collaborazione rinnova un accordo esistente tra TAT e Expedia risalente a settembre 2018 che ha visto entrambe le parti lavorare a stretto contatto per attrarre turisti internazionali verso destinazioni secondarie emergenti come Chiang Rai e Mae Hong Son. Questa attività ha comportato un aumento annuo del 25% della domanda di alloggi a Chiang Rai, in particolare da parte dei viaggiatori internazionali negli hotel a quattro e cinque stelle con una spesa superiore di una volta e mezza rispetto a quella dei viaggiatori domestici thailandesi.

L’accordo pone al centro la sostenibilità mentre TAT si prepara a celebrara il 60° anno di attività nel 2020. Questa collaborazione con i preminenti partner turistici globali consente a TAT di incoraggiare le parti interessate nel settore ad accelerare lo sviluppo del turismo sostenibile a livello nazionale.

TAT è determinata a proteggere e preservare l’ambiente anche con il progetto “Lot Lok Luea” (Riduzione dei rifiuti di plastica), attualmente in corso, che invita i turisti e l’industria dei viaggi a smettere di usare la plastica monouso e a scegliere materiali naturali alternativi. Questo non solo tutela l’ambiente, ma promuove anche l’uso di materiali organici che salvano la Terra e aggiungono valore alle risorse locali.