Sojern, leader mondiale nel digital marketing turistico, festeggia 15 anni. Fondata nel 2007, Sojern ha mantenuto una costante attenzione per i viaggi fin dal primo giorno. Ha iniziato con annunci pubblicitari sulle carte d’imbarco e si è evoluta fino a comprendere l’aumento dei big data, digital marketing e programmazione dell’advertising su nuovi canali, smartphone e social media dando priorità alla tempestività e concentrandosi esclusivamente sui viaggi.

Sojern ha imparato da ogni sfida e mutamento del settore creando innovazione. La rivoluzione degli smartphone, alla fine degli anni 2000, ha portato a un cambiamento epocale dei comportamenti nella navigazione in Internet, creando opportunità senza precedenti per le aziende del turismo che hanno potuto generare relazioni più dirette con il viaggiatore e influenzare le scelte di prenotazione online. L’aumento dell’uso degli smartphone e il conseguente boom di social media hanno spinto Sojern a creare il suo framework multicanale per il marketing dei viaggi, che oggi comprende: search engine marketing (SEM), metasearch, display advertising, connected television (CTV), pubblicità nei social media, e altro ancora per coinvolgere i viaggiatori in ogni fase del loro viaggio, ovunque e in qualsiasi momento siano online.

Nello stesso periodo, Sojern ha raccolto, aggregato e analizzato miliardi di segnali di intenzione di viaggio ogni giorno, grazie ai dati delle prenotazioni di hotel e compagnie aeree provenienti da migliaia di brand turistici in tutto il mondo. Questo ricco insieme di dati è il Sojern Traveler Ecosystem. Sono le radici su cui si fonda la piattaforma aziendale ed è ciò che alimenta il successo e la crescita continua di Sojern.

L’ultimo esempio dell’evoluzione di Sojern è il Sojerm Travel Marketing Platform.

Rispondendo ai cambiamenti del panorama tecnologico e alle esigenze in evoluzione dei suoi clienti, Sojern ha costruito una piattaforma marketing intelligente che offre una visione dei movimenti dei viaggiatori dei viaggiatori senza pari: una scala multicanale e che si ottimizza in automazione.  Con il Sojern Traveler Ecosystem al centro, la piattaforma fornisce alle imprese del turismo e alle destinazioni che vogliono conquistare viaggiatori, in un unico luogo, tutti  gli strumenti necessari per attrarre la  domanda e guidare le persone verso la scelta più personalizzata e conveniente per loro,  fidelizzandole. Grazie a queste  tecnologie all’avanguardia, Sojern  alimenta le campagne di marketing turistico di oltre 10.000 clienti ogni anno tra hotel, destinazioni e attrazioni turistiche.

“I viaggi sono un ecosistema enorme con infinite opportunità di innovazione digital marketing – ha dichiarato Mark Rabe, CEO di Sojern – il nostro business è nato nel settore del turismo e il nostro obiettivo è ancora esclusivamente quello del turismo. Invece di ampliare il nostro focus, siamo andati più a fondo perché crediamo fondamentalmente che questo ci aiuti a servire meglio i nostri clienti”. “Conosciamo i viaggiatori meglio di chiunque altro ed è per questo che i nostri clienti amano lavorare con noi”.

Dopo quindici anni di attività in prima linea nel settore dei viaggi, Sojern ha assistito a cambiamenti fondamentali in digital marketing. Ecco tre fattori chiave che hanno portato al successo dei clienti Sojern:

I viaggiatori vogliono la personalizzazione: non esiste un viaggiatore unico. I consumatori hanno il 76% di probabilità in più acquistare da marchi che personalizzano. A causa della complessità di percorso d’acquisto, i marketer non possono basare la loro strategia di marketing sulla segmentazione cieca e su dati demografici. Devono invece utilizzare l’intento di viaggio e i dati comportamentali per trovare i viaggiatori, creare un pubblico e sviluppare campagne personalizzate per incentivare i viaggiatori a impegnarsi.

Il marketing deve essere sempre attivo. I consumatori sognano sempre di viaggiare e cercano il loro prossimo viaggio, anche in bassa stagione. Una strategia di marketing always-on significa che le campagne sono sempre attive. I viaggiatori sono sempre online, quindi i travel marketer non possono permettersi di spegnere le loro campagne.

Le prenotazioni sono il modo migliore per costruire la fiducia, la fedeltà e la redditività del marchio. I responsabili del marketing dovrebbero costruire relazioni dirette con i propri clienti per aumentare il coinvolgimento, l’efficienza e l’efficacia delle strategie di travel marketing. Lo sviluppo di una strategia di attivazione dei dati di prima parte attraverso i canali e i dispositivi per guidare il direct prenotazioni è la chiave del successo.

“Durante le sfide degli ultimi anni non abbiamo mai smesso di cercare modi per sostenere il nostro settore alberghiero locale. La nostra collaborazione con Sojern, nell’ambito del programma di marketing cooperativo, è stata preziosa e ha aiutato gli hotel di Abu Dhabi a incrementare le vendite dirette su prenotazioni, migliorando al contempo la redditività delle camere”, ha dichiarato George Kalliamvakos, Dipartimento Cultura e Turismo di Abu Dhabi. “Nell’intraprendere i prossimi 15 anni di attività in digital marketing, auguro loro tutto il meglio e di continuare a fornire gli strumenti e approfondimenti al settore di cui hanno bisogno per prosperare”.

“Lavoriamo volentieri con Sojern e apprezziamo il valore che apportano alle prestazioni del nostro marketing digitale,  portandoci non solo un ottimo ritorno dei nostri investimenti, ma anche una semplificazione dei dati forniti, più che completi, sostenuti da un fantastico servizio personalizzato che ci consente di  raggiungere del pubblico più importante per noi” afferma Steven Dow direttore Media di Digitas, Marriott.

Anche in Italia chi si è rivolto a Sojern è più che soddisfatto, come Visit Tuscany. Dichiara Costanza Giovannini, project manager: “Lavorare con Sojern è stata una grande esperienza, siamo riusciti a creare una campagna che ha contribuito ad aumentare il valore del marchio e la consapevolezza di visittuscany.com. Tramite il questionario OnDevice integrato nella campagna, abbiamo compreso meglio la percezione complessiva del nostro brand”.

Anche il singolo Hotel può trarre benefici dal supporto di Sojern.

Non si stratta solo dell’aumento dei ricavi – afferma Andrea Bargigli direttore marketing Grand Hotel Minerva –  ma anche del lato umano della collaborazione con Sojern. Ci hanno aiutato ad attivare il marketing multicanale guidati dai dati e ci hanno agevolato nel costruire una presenza di marketing più forte in generale”.

Nel corso dei suoi 15 anni di vita, Sojern ha imparato ad adattarsi alle numerose sfide lanciate al settore dei viaggi e all’economia globale. Dalla crisi finanziaria del 2008 alla pandemia COVID-19 senza precedenti, fino ai cambiamenti tecnologici in continua evoluzione, Sojern ha superato molte tempeste e continuerà a uscirne rafforzata. L’attenzione incrollabile dell’azienda per i viaggi ha solo aumentato la sua capacità di recupero e ha riaffermato la sua visione di diventare il numero uno del marketing  digitale del turismo.