Inclusioni diritti e sostenibilità sono al centro della popolarissima serie  “White Lotus” che sta spopolando negli USA e che vede l’episodio finale della seconda stagione trasmesso a dicembre su Sky Atlantic (canale 110). La serie è visibile anche su NOW e on demand su Sky Go in Italia.

La seconda stagione è stata interamente girata in Sicilia divenuta meta da sogno per tutti coloro che hanno seguito le vicissitudini del White Lotus.

In occasione dell’ultima puntata, andata in onda il 19 dicembre, Quiiky, sempre all’avanguardia su questi temi, lancia un incredibile tour che celebra le ambientazioni in cui la serie è stata girata, intitolandolo il White Lotus Tour.

Principale scenario della serie è il “San Domenico Palace”, l’hotel a cinque stelle di Taormina, punto di partenza del tour. Questo albergo, diretto nella serie dalla nostra Sabrina Impacciatore, ormai diventata una star negli USA dopo questo ruolo, è un Four Seasons ricavato in un incantevole convento del XIV secolo, che ha conservato il suo stile antico e affascinante nei giardini e nell’architettura, che ipnotizza spettatori e visitatori.

Quiiky propone qui un tour di Taormina e di Giardini Naxos, eletti “beach club” sullo schermo. Incluso anche un giro in barca fino alla spiaggia dell’Isola Bella, per sperimentare le acque cristalline siciliane e poi degustare i sapori locali della cucina mediterranea in uno dei tanti ristoranti della costa come il Principe Cerami o l’Otto Geleng, stellati Michelin.

Il giorno seguente, sulla strada per Noto, ci si ferma alla Tenuta Planeta Feudo di Mezzo per un wine tour, nel luogo che ha incantato Harper, Ethan, Cameron e Daphne.

Da qui si arriva a Noto, centro della valle del Barocco, si gusta la  celebre cassata del Caffè Sicilia, per passare nell’antico monastero tramutatosi  nella principesca “Villa Elena”. Nel White Lotus rappresenta la casa di Quentin a Palermo, ma è una proprietà privata e purtroppo non è visitabile.

Protagonisti del centro della Sicilia sono gli scenari quasi lunari: il paesaggio che porta a Palermo  è meraviglioso, tra terre silenziose e strade tortuose si giunge alla tappa di Catania per una granita in una delle città più LGBTQ+ friendly della Sicilia. Immancabile uno stop di un paio di giorni nella  splendida Cefalù,  località rinomata per il suo centro storico con la Cattedrale normanna che affaccia su una delle spiagge più belle della Sicilia cui si arriva dopo un percorso tra botteghe di artigianato. Tappa finale sarà Palermo una città stratificata dove si ritrovano molti tratti arabi, normanni e francesi che hanno permeato oltre che l’architettura, la cucina e la cultura locale.

Immancabili i due mercati secolari, tra i più belli del mondo: Ballarò e La Vucciria, diventati oggi anche luoghi dove gustare street food eccellente.  Nella visita guidata si va dalla Cattedrale, al Palazzo dei Normanni, fino al  celebre Teatro Massimo, uno dei teatri lirici più noti a livello internazionale, già scenario di diversi film come il Padrino, dove Tanya assiste a “Madama Butterfly”. Una scelta replicabile dal viaggiatore se apprezza lo spettacolo in cartellone durante il tour.

Altra location della serie è la villa di Noto dove Daphne e Harper hanno trascorso la notte, che si trova in realtà qui, sulla strada per Monreale, (sito UNESCO per il suo Duomo). Villa Tasca è immersa in un ampio parco, in stile inglese e italiano, che risale al Romanticismo architettonico del XIX secolo. I suoi interni sono ricoperti di affreschi e l’atmosfera è fuori dal tempo. Il suo giardino botanico è una gemma ideale della natura mediterranea.

Il White Lotus Tour di Quiiky Travel si somma agli altri tour di successo internazionale  dell’operatore turistico internazionale legati al mondo del cinema e delle serie TV: “Chiamami con il tuo nome” tra Crema e dintorni, ispirato al film “Call me by your name”, e “House of Gucci Tour” che ripercorre le location del film immancabile che ha Lady Gaga come protagonista, vera icona gay.