Secondo indiscrezioni, il Capri Palace passerà ad un fondo degli Emirati Arabi

161

Tramonta la mezza luna della Turchia sul Capri Palace, uno dei più lussuosi hotel dell’isola di Capri. Secondo quanto riporta Il Mattino di Napoli, trovano infatti conferma le indiscrezioni sul passaggio di mano dell’ albergo a cinque stelle a un fondo internazionale con sede a Dubai.

L’hotel diventato negli ultimi vent’anni location privilegiata di magnati russi e arabi e di vip italiani si appresterebbe quindi a cambiare proprietà. Il condizionale è ancora d’obbligo in mancanza di conferme ufficiali. Agli organi di stampa, il Ceo e general manager del Capri Palace Ermanno Zanini non conferma ma neanche smentisce la notizia.

“Posso solo dire – ha dichiarato – che il Capri Palace sta al centro dell’ interesse di grandi holding da qualche tempo. Di certo però non entrerà mai in nessuna catena dei grandi alberghi, il suo brand resisterà, come quello della boutique Mariorita e del beach club Il Riccio. Così come resterà immutato il management, che mi vede Ceo e direttore generale, insieme a tutto lo staff e il personale”.

Secondo indiscrezioni, negli ambienti finanziari si dà per certo che è imminente il passaggio di proprietà dal magnate turco Ferit Sahenk ai rappresentanti di un fondo internazionale degli Emirati Arabi, a quanto si dice con sede a Dubai. Nel frattempo l’ hotel porta avanti le sue attività, dopo la riapertura di qualche giorno fa caratterizzata, quasi come un presagio, dalla festa di matrimonio di una ricchissima coppia araba, proprio di Dubai.