La scorsa settimana, la diffusione del virus Covid-19 e le relative restrizioni governative ai viaggi, molte delle quali sono state imposte senza preavviso, hanno avuto un impatto significativo e negativo sugli operativi di tutte le compagnie aeree del gruppo Ryanair.

Ryanair prevede che il risultato di queste restrizioni sarà la messa a terra della maggior parte della propria flotta di aeromobili in Europa nei prossimi 7-10 giorni. “Per questo motivo – spiega la compagnia aerea – vogliamo offrire ai nostri clienti la massima flessibilità possibile in relazione ai loro piani di viaggio. Al momento proponiamo le seguenti opzioni: i clienti possono posticipare gratuitamente i loro voli; la penale per il cambio volo sarà integralmente eliminata; i clienti dovranno pagare solo la differenza tariffaria; la modifica della data si applica solo ai voli già prenotati; consigliamo ai clienti di non provare a posticipare i loro viaggi a un’altra data in aprile.

“Ryanair – conclude la nota – si scusa per l’inconveniente causato da questa crisi senza precedenti. La sicurezza e il benessere del nostro personale e dei nostri clienti sono la nostra priorità principale. Lavoriamo a stretto contatto con le autorità statali e seguiremo tutte le restrizioni di viaggio imposte. Continueremo a rispettare tutte le linee guida dell’OMS e dell’AESA per combattere il virus Covid-19”.