Ryanair ha annunciato che, a seguito del collasso di Air Italy, introdurrà 2 ulteriori aeromobili nelle sue basi di Milano – uno a Bergamo e uno a Malpensa – che rappresentano un investimento aggiuntivo di 200 milioni di dollari. Ryanair ha inoltre annunciato 8 nuove rotte su Milano per l’inverno 2020, tra cui 3 ripristini e voli aggiuntivi sulle destinazioni esistenti, che verranno rivelati a breve termine.

Con 109 rotte in totale, la programmazione di Ryanair da Milano per l’inverno 2020 trasporterà oltre 14,5milioni di clienti all’anno e supporterà oltre 11.000 posti di lavoro presso le basi di Ryanair a Milano.

La compagnia sta inoltre valutando con l’aeroporto di Olbia Airport la possibilità di introdurre una seconda base in Sardegna, che contribuirebbe a supportare la connettività regionale in Italia, il turismo internazionale, il traffico e il lavoro.

David O’Brien, Chief Commercial Officer di Ryanair, ha dichiarato: “Il collasso di Air Italy evidenzia l’importanza delle affidabili connessioni regionali dirette di Ryanair, disponibili a tariffe basse. Questo ultimo crollo di una compagnia aerea mette in luce il pericolo costituito dalla cosiddetta “Addizionale Comunale”, che carica un peso intollerabile sugli aeroporti regionali più piccoli. I soli passeggeri di Air Italy hanno pagato oltre 30 milioni di euro di tasse municipali, la maggior parte delle quali va a ex dipendenti Alitalia anziché ai Comuni”.