Ryanair, la più grande compagnia aerea low-cost in Europa, conferma il ripristino del 40% del normale operativo voli, poiché la Spagna questo fine settimana ha annunciato che rimuoverà le restrizioni di viaggio dal 1° luglio, seguendo quanto annunciato da Italia, Cipro, Grecia e Portogallo che riapriranno hotel e spiagge per la stagione estiva nei mesi di luglio-agosto.

Ryanair opererà, dal 1° luglio, voli giornalieri dai Paesi di tutto il Nord Europa, tra cui Irlanda, Regno Unito, Belgio, Olanda e Germania, verso gli aeroporti delle principali mete turistiche quali Portogallo, Spagna, Italia, Grecia e Cipro.

Il CEO di Ryanair Eddie Wilson ha dichiarato: “Dopo 4 mesi di blocco, accogliamo con favore la scelta da parte dei governi in Italia, Grecia, Portogallo, Spagna e Cipro di aprire i propri confini, rimuovere le restrizioni di viaggio ed eliminare le inefficaci misure di quarantena. Le famiglie europee, che sono state in lockdown per le ultime 10 settimane, non vedono l’ora di prenotare le tanto desiderate vacanze in Spagna, Portogallo, Italia, Grecia e altre destinazioni del Mediterraneo per i mesi di luglio e agosto, prima dell’inizio del nuovo anno scolastico a settembre”.

“Ryanair – continua Wilson – opererà  fino a 1.000 voli giornalieri dal 1° luglio e saranno disponibili diverse offerte a basso prezzo, perfette per quella vacanza estiva che sappiamo molti genitori non vedranno l’ora di godersi con i propri bambini durante le vacanze scolastiche, terminato questo periodo di lockdown. Su tutti i voli Ryanair saranno in vigore nuove linee guida sanitarie, che imporranno a tutti i passeggeri (e agli equipaggi Ryanair) di indossare sempre le mascherine nei terminal aeroportuali e a bordo dei nostri aeromobili, in conformità con le disposizioni dell’UE”.

“Non vediamo l’ora – conclude il CEO di Ryanair – di accogliere a bordo milioni di passeggeri Ryanair e le loro famiglie e di farli volare in vacanza mentre le economie europee iniziano a riprendersi da questo difficile lockdown, che ha permesso di contrastare con successo la diffusione del virus Covid-19”.