Women in traditional japanese kimonos walking at Fushimi Inari Shrine in Kyoto, Japan

Il Giappone di Kel 12 riparte con slancio, con proiezioni ottimistiche per il futuro. “Dopo la chiusura imposta dall’emergenza sanitaria, il Giappone ha riaperto le porte al turismo internazionale nel giugno 2022, mantenendo però fino all’inizio dell’autunno molte restrizioni che hanno rallentato le prenotazioni. Con l’abolizione dello scorso ottobre di ogni barriera all’ingresso la destinazione è invece ripartita consentendoci di registrare numeri molto significativi, in termini di prenotazioni, ben al di sopra delle aspettative, facendo intravedere ottimi risultati nel 2023. Se nel 2019 il Giappone di Kel 12 rappresentava la seconda destinazione in ordine di fatturato e passeggeri, preceduta solo dall’India, per il 2023 contiamo di incrementare del 20% i risultati ottenuti pre pandemia, grazie al lavoro fatto dal nostro gruppo per ampliare e migliorare l’offerta di prodotto e servizio.”. Afferma Rosanna Locati, product manager lontano Oriente di Kel 12 e I Viaggi di Maurizio Levi.

Oggi Kel 12 conta di una programmazione composta da 12 itinerari di viaggio con esperti che si affiancano a proposte realmente tailor made, disegnate su misura di budget, interessi e esigenze dei clienti.

Cavallo di battaglia di Kel 12 sono i viaggi di gruppo con veri e propri esperti che rendono ancora più appagante un’esperienza già di per sé molto attenta e completa, rivolta soprattutto a viaggiatori curiosi.

Queste proposte si avvalgono di guide parlanti italiano e contano di un massimo di 16 partecipanti; prevedono, inoltre, soggiorni in strutture 4 stelle e l’utilizzo prioritario di mezzi privati per i trasferimenti.

I Viaggi con l’esperto includono esperienze tra le più classiche quali pernottamenti in ryokan, relax negli onsen, la partecipazione alla cerimonia del tè ma anche momenti inusuali come la partecipazione al festival dell’isola di Sado, l’Earth Celebration, famoso per i tamburi “taiko” del gruppo Kodo, o soste presso i Jikoku, gli inferni rossi e inferni marini o ancora esperienze immersive in compagnia dei monaci Zen nel complesso templare di Eihei-ji a Fukui.

“Abbiamo implementato la nostra programmazione integrando nuovi itinerari e migliorato, ove possibile, prodotti e servizi di quelli che avevamo già in programmazione. Abbiamo ad esempio inserito la proposta “Hokkaido il grande nord degli Ainu”, un tour dedicato a chi desidera vivere un’immersione nella natura immacolata della seconda isola più grande del Giappone. Sono stati integrati tour che prevedono la visita di Kyushu e di isole minori o di cittadine rurali poco conosciute ma che rivelano il fascino più autentico di questa terra. Per soddisfare le richieste dei clienti abbiamo strutturato, inoltre, proposte di viaggio più brevi, della durata di dieci giorni. ” prosegue Rosanna Locati.

I plus dell’offerta sul Giappone di Kel 12 saranno presentati questa sera a Milano presso Palazzo Castiglioni, in collaborazione con JNTO Ente Nazionale del Turismo Giapponese, Lufthansa Group e Europ Assistance. La presentazione va ad arricchire i contenuti del roadshow promosso da JNTO in Italia che, dopo due tappe già tenutesi a Roma e Ancona, proseguirà il 24 gennaio a Trento e il 25 gennaio a Modena.