D’ora in poi, non solo le antiche botteghe, ma anche le strutture ricettive storiche, hotel che operano da oltre cinquant’anni, potranno ottenere un riconoscimento da parte di Regione Lombardia. Un attestato ufficiale che andrà anche alle strutture ricettive di qualità.
Lo prevede la delibera approvata oggi dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore a Turismo, Moda e Marketing Territoriale, Barbara Mazzali, che istituisce un premio per la valorizzazione e promozione degli imprenditori e delle strutture ricettive storiche e di qualità.

PREMIATE COSTANZA E DEDIZIONE – “Sono fiera – spiega Mazzali – di istituire un riconoscimento per chi in Lombardia lavora da 50 anni nel sistema di accoglienza e ancor oggi prosegue il proprio lavoro con costanza e dedizione per far sentire i turisti a casa. Nella nostra Regione abbiamo alberghi storici, residence e tante strutture ricettive eccellenti, che meritano di essere premiate, così come quelle che stabiliscono un forte legame con il territorio dove operano, favorendo l’offerta di prodotti tipici e peculiarità locali, portando così indotto alla comunità locale”.

ATTENZIONE AD AMBIENTE E DISABILITÀ- “Allo stesso modo – prosegue l’assessore – vogliamo valorizzare quelle strutture di qualità, intesa anche in senso di responsabilità perché si tratta, nel concreto, di pratiche responsabili, come il possesso di certificazioni Ecolabel, Green Key, Bio Hotels. Ma la qualità che, come Regione Lombardia vogliamo far emergere – conclude Mazzali – non è solo quella legata al rispetto dell’ambiente, ma anche l’attenzione verso le persone disabili, che devono poter usufruire di strutture idonee per trascorrere soggiorni ed esperienze di vacanza al pari di qualunque altro”.

REQUISITI DI AMMISSIONE – Sono strutture ricettive storiche e di qualità, le strutture ricettive alberghiere e non alberghiere gestite in forma imprenditoriale caratterizzate da: continuità nel tempo della gestione o dell’insegna per almeno cinquanta anni senza interruzione, salvo ristrutturazione dell’immobile o sospensione dovuta all’emergenza Covid e regolare dichiarazione dei flussi turistici, negli ultimi tre anni.

Per ottenere il riconoscimento regionale le strutture, devono anche possedere almeno uno dei seguenti requisiti: realizzazione di interventi volti a migliorare la sostenibilità ambientale; accessibilità (autocertificazione delle normative vigenti in tema di abbattimento delle barriere architettoniche); legame con il territorio, con i suoi prodotti tipici e le sue peculiarità; responsabilità e sostenibilità ambientale e/o gestionale (certificate tramite Ecolabel, Green Key, BIO Hotels, certificazioni ISO, ecc.).
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE – Le proposte di riconoscimento devono essere presentate dai soggetti proponenti (Comuni, Associazioni di categoria, Camere di Commercio, nonché dalle imprese stesse se in possesso dei requisiti di ammissione) mediante il portale Bandi online: (www.bandi.regione.lombardia.it) utilizzando l’apposito modulo in via di approvazione. (LNews)