Qatar, aeroporto Hamad si espande per accogliere più di 60 milioni di passeggeri all’anno

139

L’Aeroporto Internazionale Hamad (HIA) ha rivelato i piani per la sua seconda fase di espansione che prevede uno spettacolare giardino tropicale al coperto di 10.000 mq all’interno di un atrio centrale e una fontana di 268 mq che costituirà il punto focale dell’ampliamento.

La seconda fase di espansione di HIA è suddivisa nella fase A e B. La fase A dell’attuale ampliamento è dedicata al collegamento dell’atrio centrale con gli atri D ed E. I lavori di costruzione saranno avviati all’inizio del 2020 e consentiranno all’aeroporto di accogliere più di 53 milioni di passeggeri all’anno entro il 2022. La fase B, che sarà completata dopo il 2022, espanderà gli atri D ed E per aumentare ulteriormente la capacità dell’aeroporto a più di 60 milioni di passeggeri all’anno.

Il piano di espansione comprende un’area di 11.720 mq destinati ai negozi e ai servizi di ristorazione, che arricchiranno l’offerta multidimensionale dell’aeroporto a cinque stelle, integrando collezioni d’arte di livello mondiale a un ambiente rilassante composto da una vegetazione lussureggiante. Completano l’offerta concept contemporanei per le aree retail e le zone ristoro e altre attrazioni e strutture dedicate al tempo libero in un unico e spazioso terminal.

L’aeroporto riserverà 9.000 metri quadrati alla suggestiva lounge Al Mourjan, situata sopra lo spazio commerciale con una vista spettacolare verso il giardino tropicale, che includerà nuove spa, palestre, ristoranti e business center, nonché altri servizi destinati ai passeggeri.

L’amministratore delegato del Gruppo Qatar Airways, Akbar Al Baker, ha dichiarato: “L’espansione dell’Aeroporto Internazionale Hamad è di fondamentale importanza per assicurare il futuro successo del Gruppo Qatar Airways, soprattutto in vista dei Mondiali di calcio del 2022 e non solo.  È inoltre un segno tangibile della vitalità dell’economia qatariota e fungerà da ulteriore stimolo economico, offrendo eccellenti opportunità ad appaltatori locali e internazionali. I piani per la seconda fase di espansione si concentrano sulla capacità e sull’esperienza dei passeggeri: vogliamo offrire un’esperienza aeroportuale ancora migliore a un maggior numero di persone in tutto il mondo. L’ampliamento ci permetterà di farlo”.

Badr Mohammed Al Meer, Chief Operating Officer di HIA, ha aggiunto: “Da quando abbiamo iniziato ad operare nel 2014, il nostro obiettivo è stato quello di fornire ai nostri passeggeri un’esperienza di viaggio unica, considerando le loro esigenze come nostra priorità assoluta. L’espansione continuerà a ridefinire l’esperienza aeroportuale, consolidando la reputazione di HIA come gateway di destinazione e fondamentale hub internazionale. La nostra espansione è stata progettata per essere perfettamente integrata con il terminal esistente, consentendo un flusso regolare di passeggeri e migliorando l’esperienza complessiva dei viaggiatori, riducendo al minimo le distanze di viaggio da percorrere per le connessioni e offrendo una segnaletica chiara e intuitiva. I nuovi e bellissimi spazi verdi e acquei permetteranno ai nostri passeggeri di beneficiare degli effetti rilassanti della natura, migliorando così il loro livello di comfort mentre sono con noi. Il nostro obiettivo finale è diventare una destinazione a pieno titolo, non solo un gateway”.

L’edificio del terminal sarà il primo aeroporto in Medio Oriente e Nord Africa a ricevere una valutazione di 4 stelle dal Global Sustainability Assessment System (GSAS), il primo sistema basato sulle prestazioni nella regione MENA, sviluppato per la valutazione degli edifici e delle infrastrutture verdi. Il terminal riceverà una certificazione LEED di livello Argento per le misure innovative in materia di efficienza energetica applicate nell’intero edificio.

La flora per il giardino tropicale interno sarà portata da foreste sostenibili provenienti da tutto il mondo. I progettisti hanno sviluppato un tetto a griglia di 85m senza colonne, con una lunga campata di 85m, con vetro ad alte prestazioni per controllare e filtrare la luce necessaria agli alberi per acclimatarsi alle condizioni interne del terminal e crescere per tutto il corso della vita in aeroporto.

Altre caratteristiche significative includono una nuova area di transfer che contribuirà a ridurre i tempi di connessione per i passeggeri e migliorerà la loro esperienza complessiva di trasferimento all’aeroporto di Hamad, nonché l’atrio centrale che ospiterà altre nove piazzole per aeromobili a fusoliera larga.

L’espansione di HIA prevede inoltre la costruzione di un nuovo terminal cargo, che incrementerà la capacità gestita fino a una quantità stimata di 3,2 milioni di tonnellate all’anno. L’edificio, la cui inaugurazione è prevista allo stato dell’arte per il 2023, sarà costituito da una struttura multilivello, che avrà un’impronta di 85.000 metri quadrati e sarà articolata su tre piani e tre piani mezzanini, per una superficie lorda di pavimento pari a circa 323.000 metri quadrati.