Euphemia, la rete di consulenti di viaggio che fa capo a Lab Travel Group, scalda i motori in vista della stagione estiva e anticipa le linee guida della strategia messa a punto per intercettare la ripresa del settore, con un duplice obiettivo: capitalizzare la crescita del numero di Personal Voyager, passati da 120 a 150 in poco più di un anno, e potenziare ulteriormente le linee di prodotto sviluppate nel corso degli ultimi mesi, che dimostrano ottime potenzialità di crescita.

Parola d’ordine alla base di tutta la strategia: fattore umano, ovvero valorizzazione delle relazioni interpersonali e di quelle “soft skills” che rendono l’agente di viaggio insostituibile agli occhi del cliente, rispetto a qualsiasi piattaforma o sito di prenotazione online.

“Il nostro obiettivo principale – dichiara Ezio Barroero, Presidente Lab Travel Group – è mettere il Personal Voyager nella condizione di esprimere al meglio la sua professionalità e di entrare in empatia con il cliente, ascoltando e assecondando le sue esigenze, affinché possa trarre il maggior vantaggio possibile dal processo di prenotazione. Dalle filiali al backoffice, dalla tecnologia al prodotto, tutta la struttura è orientata a stimolare la relazione interpersonale, replicando il modello dell’agenzia tradizionale. I Personal Voyager hanno un tasso molto elevato di repeater e durante lo stop forzato del turismo le filiali, che sono un nostro punto di forza, non sono mai rimaste vuote: prima per mantenere le relazioni telefoniche con i clienti, poi per incontrarli dal vivo”.

E se negli ultimi due anni i Personal Voyager hanno ascoltato i sogni e i desideri dei loro clienti impossibilitati a viaggiare, adesso per farli partire Lab Travel Group ha riconfermato gli accordi storici con i principali tour operator partner, potenziando anche le relazioni dirette con vettori e corrispondenti locali. Questo permette ai Personal Voyager di disporre di una gamma completa e competitiva di prodotti, equamente ripartita tra organizzazione diretta ed intermediazione, con un occhio di riguardo alle tendenze più recenti.

Da segnalare, ad esempio, gli investimenti sulla Grecia, con un’ampia offerta di ville nel Dodecaneso, a Creta e nelle Cicladi, per rispondere alla richiesta di una trentina di Personal Voyager che hanno come clienti piccoli gruppi di amici e famiglie allargate. Riconfermati anche i viaggi di gruppo in Italia e in Europa, con una collezione che spazia dai classici di sempre, come la Provenza e la Sicilia, alle escursioni di prossimità di uno o pochi giorni, in occasione di eventi particolari o dedicate alla scoperta di località meno note, come la Tuscia, il Lago d’Iseo e Susa con la sua valle.

Infine, continua l’impegno verso lo sviluppo di prodotti innovativi, dedicati a nicchie di mercato emergenti: “Per l’estate 2022 – commenta Michele Zucchi, AD Euphemia – abbiamo sviluppato una serie di accordi con operatori specializzati nel segmento delle vacanze in camper in Canada e Stati Uniti. La domanda di questo genere di soluzione è in forte crescita, perché i clienti apprezzano la possibilità di gestire autonomamente gli spazi, come nel caso degli appartamenti, senza rinunciare al concetto di vacanza itinerante. Abbiamo inoltre investito sul segmento dei viaggi per gli appassionati di pesca sportiva a mosca, che ci sta dando moltissime soddisfazioni, con un catalogo monografico cartaceo già in tutte le filiali, realizzato in collaborazione con Catch Fishing Heroes, che presenta le destinazioni più interessanti: dal Trentino alle Seychelles, dalla Svezia al Costarica, dalla Danimarca al Canada, dall’Alaska al Messico, compreso un intero lodge in vuoto pieno nella zona di Vancouver”.