Con la creazione ed il lancio della piattaforma Connect2Italy le aziende italiane, dedicate a turismo ed ospitalità, hanno a disposizione uno strumento di facile fruibilità, una nuova forma di contatto tra professionisti, come un commerciale estero on line.

Da un lato tour operator esteri che comprano abitualmente Italia e che sono sempre alla ricerca di nuove soluzioni e dall’altra realtà turistiche italiane, entrando direttamente in contatto con loro, per costruire una rete commerciale estera.

“Abbiamo creato questa piattaforma online in cui non ci sono costi di intermediazione, è come avere una forza vendita dedicata all’estero per hotel, eventi, esperienze, ma senza i costi di un vero commerciale estero, tutto online – dichiara Alessandro Mancini, Ceo ed ideatore di Connect2Italy – in questo difficile momento per il Turismo italiano, non ci siamo sentiti di interrompere la costante promozione che facciamo dell’Italia nel mondo e trascorriamo molte ore al giorno in video call, con i più grandi operatori che vendono Italia. Per presentare loro prodotti di eccezionale valenza, raccontando l’Italia con le sue bellezze ed eccellenze, e ci onora poter rappresentare l’Italia nel mondo”.

La piattaforma è online ed ogni operatore ha la possibilità di contattare direttamente i diversi operatori collegati in tutto il mondo e di rimanere immediatamente in contatto con loro, dalla sua iscrizione.  In questi mesi di pre-lancio ci sono stati una serie di business meeting on line dedicati, per incrementare l’audience di ogni realtà e soprattutto creare un link con i buyers internazionali.

“Solo nelle ultime settimane si sono aggiunte esperienze particolari come la possibilità di imparare a cucinare un Parmigiana in un tipico basso napoletano nei Quartieri Spagnoli o prendere parte ad una Lamparata in Cilento. Tramite C2I Connect2Italy i tour operator stranieri possono acquistare biglietti d’ingresso al Ballo del Doge a Venezia, ce ne sono solo 300 disponibili. Assaggiare i vini delle Cantine Zenato tra i profumi delle vigne e soggiornare presso gli Allegro Hotels o Palazzo Morosini a Venezia”, conclude Vincenzo Pizzolante, Operation Manager per Connect2Italy.