L’obiettivo della meeting industry italiana di arrivare alla certificazione della professionalità del meeting and event manager è sempre più vicino. Grazie all’operato congiunto del tavolo di lavoro al quale hanno partecipato le principali associazioni di settore quali Federcongressi&eventi e MPI Italia Chapter, il progetto di norma UNI dal titolo Attività professionali non regolamentate – Meeting and Event Manager – Requisiti di conoscenza, abilità e competenza è attualmente in fase di inchiesta pubblica finale.

L’attività di normazione nel campo delle professioni non regolamentate risponde al principio della “autoregolamentazione volontaria”, espresso all’articolo 6 della Legge 4/2013. La norma individua in conformità al Quadro europeo delle qualifiche i requisiti di conoscenza, abilità e competenza e i compiti del Meeting and Event Manager in relazione alle principali fasi che compongono il processo di lavoro gestito: presidio del mercato, progettazione, organizzazione pre-evento, svolgimento dell’evento e gestione post evento.

Il testo (in assenza di obiezioni e previa approvazione da parte della Commissione Centrale Tecnica e ratifica della Presidenza di UNI) sarà pubblicato a catalogo. La valutazione di conformità alla norma sarà riconosciuta da organismi di certificazione a seguito di prove di esame che attestino le conoscenze, le abilità e le competenze dei candidati.