Lontana dalla costa Toscana ma facilmente raggiungibile, Capraia è l’isola della “giusta distanza”.

“Da lunedì 15 giugno – comunica l’Ente Parco Nazionale Arcipelago Toscano – riprendono le attività fino al 13 settembre con  proposte per adulti  e  bambini. L’offerta è arricchita grazie alla  collaborazione con il Comune di Capraia Isola, la  Pro Loco Isola di Capraia,   le aziende e i produttori del territorio: escursioni trekking alla scoperta del territorio, in orari particolarmente suggestivi, come l’alba e il tramonto, o itinerari archeo-trekking  che faranno conoscere ai visitatori gli antichi palmenti per la produzione vinicola, portati alla luce da una recente campagna archeologica; trekking del Km0, per incontrare i produttori locali con  escursioni che sveleranno il legame stretto  fra la natura e la morfologia del territorio e i prodotti – vino, miele, formaggi, frutta e verdura, confetture – per finire in bellezza con  una degustazione; tour geologico in barca, per imparare a conoscere la straordinaria storia geologica di Capraia  provare l’emozionante  dell’ingresso all’interno del vulcano (spento!) di Cala Rossa; laboratori o per  perlustrare  gli scogli e tuffarsi  nelle acque cristalline  a caccia  di specie come giovani esploratori naturalisti”.

“In questi giorni – racconta l’Ente – Capraia è isola straordinariamente protagonista per avvistamenti di grande valore naturalistico ed  importanti riconoscimenti turistici. Nel fine settimana scorso è stato avvistato uno splendido esemplare di Gipeto, uno degli avvoltoi europei di maggiori dimensioni. In questi giorni, poi, due eccezionali avvistamenti di Foca monaca, rarissimo mammifero marino, specie di enorme significato scientifico e conservazionistico, a rischio di estinzione, con appena 700 esemplari ancora presenti nel mar Mediterraneo”.

L’Isola di Capraia è stata inoltre premiata con le 5 vele nella nuova guida “Vacanze Italiane”, promossa da Legambiente e dal Touring Club che raccoglie oltre 200 itinerari.