Si è svolto “Emotional & Virtual”, il primo digital event organizzato da Frigerio Viaggi in collaborazione con Nexi: un viaggio tra creatività e tecnologia, alla scoperta di nuovi modelli di business che ottimizzano e potenziano i valori di entrambi. All’incontro hanno partecipato oltre 200 ospiti.

“Il mondo è cambiato più negli ultimi mesi che negli ultimi vent’anni, la pandemia e il lockdown ci hanno posto di fronte ad una situazione completamente nuova dalla quale il settore del turismo e degli eventi è stato duramente penalizzato. Ma noi siamo già pronti per le prossime sfide”, commenta Simone Frigerio, Direttore Commerciale di Frigerio Viaggi.

“La tecnologia è diventata una parte fondamentale della vita quotidiana di ognuno di noi, ma la creatività umana continua a restare quel tocco in più necessario e a cui nessuno vuole e può rinunciare. Per questo motivo – aggiunge Simone Frigerio – abbiamo deciso di sviluppare delle nuove modalità di approccio e lo scopo di questo evento virtuale è proprio quello di fare un’analisi delle ultime tendenze per proporre le soluzioni più adatte alla situazione attuale. Sul fronte del Business Travel, per esempio, stiamo apportando delle evoluzioni al nostro C.T.M.P. (Corporate Management Portal) il nostro sistema self booking tool per la gestione dei viaggi d’affari, che diventerà sempre più tecnologico e digitale. Sviluppi che si concluderanno a breve e dei quali torneremo a parlare nei prossimi mesi, ma già adesso siamo orgogliosi di annunciare la nuova partnerhsip con Nexi e con il loro sistema Virtual Payment”.

“In Nexi lavoriamo ogni giorno in sinergia con le aziende, offrendo loro soluzioni innovative e altamente tecnologiche che danno la possibilità di cogliere le opportunità di cambiamento”, le parole di Alberto Panariello, Head of Commercial Cards Sales & Partnerships in Nexi. “Travel Account è la soluzione virtuale che risponde alle esigenze di spesa del segmento T&E, per la prenotazione di viaggi tramite Travel Management Company. Nasce con l’obiettivo di privilegiare una nuova customer experience delle Aziende, semplificando i processi d’acquisto e garantendo maggiore sicurezza e controllo delle spese di viaggio aziendali. La soluzione Nexi non si limita alla gestione delle sole spese di Business Travel, è funzionale anche alla gestione della parte MICE: Meetings, Incentives, Conferenze ed Esposizioni”.

“In questo momento in cui la distanza significa rispetto e cura e che il contatto fisico è penalizzato, emerge ancor di più il bisogno di reciprocità e la necessità di confrontarsi”, prosegue Paola Frigerio, Direttore Leisure, Marketing e Network del Gruppo Frigerio Viaggi. “Per quanto riguarda gli eventi siamo oggi in grado di sorprendere i nostri clienti con svariate possibilità che la tecnologia mette a disposizione: i nuovi format consentono di superare i limiti della fisicità attraverso la tecnologia, enfatizzando però l’elemento umano. I digital meeting (particolarmente indicati per dialogare per esempio con il team vendite, le filiali, la rete dei distributori, organizzare un road show ecc.) consentono di abbattere le distanze con i partecipanti, ponendo le persone al centro, interagendo con loro come se fossero nella stessa stanza”.

“I virtual event (convention ed eventi) sono – spiega Paola Frigerio – invece in grado di creare una nuova dimensione e traportare il pubblico in un mondo parallelo, con l’ausilio di Set Virtuali 3D, con scenografie progettate appositamente e grafiche dinamiche. Utilizzando location suggestive e paesaggi mozzafiato, è possibile ambientare l’evento dove si vuole, persino sulla luna, nella Cappella Sistina o anche nella foresta amazzonica… l’unico limite è la nostra fantasia. Abbiamo infine l’evento ibrido, un mix tra un evento classico e un virtual event: una parte dei partecipanti viene coinvolta fisicamente, l’altra parte invece si collega da remoto con la possibilità di vivere virtualmente la stessa esperienza. Questo format sarà probabilmente quello più utilizzato nel prossimo futuro, in cui dovremo applicare il rigido rispetto delle nuove normative e limitazioni anti contagio, in quanto consente di mantenere il contatto umano e allo stesso tempo coinvolgere una fetta di pubblico che altrimenti non avrebbe potuto partecipare, sfruttando tutti gli effetti di spettacolarità che la tecnologia ci offre. In tutti questi casi il cliente viene guidato dal team di professionisti Frigerio Inventive, la nostra divisione aziendale che si occupa di MICE, nella scelta del format più adatto alle proprie esigenze e nel disegno su misura di un progetto ogni volta personalizzato, senza dimenticare l’ingaggio emozionale che rimane il focus più importante di ogni evento”.

“Ci siamo abituati – l’intervento del sociologo Francesco Morace – nei mesi del lockdown ad usare la tecnologia finalmente in modo intelligente, capendo che il tocco umano è la scintilla in grado di immaginare un futuro, che poi la tecnologia riesce ad alimentare. Pensiamo a Leonardo da Vinci ma pensiamo anche a ciascuno di noi, in queste lunghe giornate in casa, a come siamo riusciti ad amplificare la dimensione umana e la relazione con l’altro attraverso la tecnologia e il digitale, che alcuni di noi guardavano ancora con diffidenza. La vicenda del Covid19 ha accelerato questo viaggio nel futuro, unendo le diverse generazioni (pensiamo ai nipoti che hanno insegnato ai nonni ad usare i sistemi di comunicazione da remoto per restare in contatto).

“Prima avevamo poco tempo e moltissimo spazio a disposizione, tutto era vissuto con frenesia. Nel periodo del lockdown si è capovolto questo rapporto: questa vicenda ci ha insegnato l’importanza del tempo e della profondità e ha trasformato lo spazio e il luogo in un lusso. La natura umana normalmente tende a desiderare ciò che manca. In questi 3 mesi i viaggi – continua Morace – gli spostamenti ci sono mancati moltissimo e i prossimi mesi ed anni saranno una riscoperta del viaggio. Certo occorrerà inventare nuove formule perché niente sarà più come prima, ma impareremo a usare nuovi format grazie alla tecnologia, senza dimenticare l’aspetto fondamentale del viaggio: conoscere ed esplorare altri luoghi e nello stesso tempo incontrare altre persone. Anche nello stesso Business Travel, dove l’aspetto esplorativo corrisponde all’incontro con l’altro (colleghi, clienti, fornitori ecc.) e con il loro mondo. La dimensione dell’umano è fatta di sorpresa, di meraviglia, di magia … ed è qui che il virtuale ci può davvero aiutare”.

“Credo che l’esperienza di oggi – la conclusione del sociologo – questa dimensione virtuale che diventa emozionale e che è anche un approfondimento di conoscenza, sia un regalo che Frigerio Viaggi e Nexi ci hanno fatto proprio per dimostrare che questi format possono coinvolgerci ed emozionarci: non dobbiamo rinunciare a nulla della nostra esperienza umana, ma possiamo usare la tecnologia in modo intelligente e creativo”.