Le Vie del Nord segna un fatturato in costante incremento e belle novità di prodotto. Nei primi 8 mesi del 2019, l’operatore ha infatti registrato un trend di crescita sia in termini di fatturato che di vendite, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Dati incoraggianti come sottolinea Maria Teresa Omedè, Program  Manager de Le Vie del Nord: “Fin da inizio anno abbiamo registrato numeri in ascesa per le destinazioni che fanno parte del nostro core business, in particolare per i prodotti tailor-made e gruppi su misura, frutto di un attento lavoro selettivo e di una pluriennale esperienza, che ci hanno permesso di sviluppare nel tempo una ricca ed eterogenea programmazione”.

Tra le destinazioni che hanno raccolto il maggiore consenso tra i viaggiatori de Le Vie del Nord nel periodo suddetto, troviamo, al primo posto, il Nord Europa, con una percentuale del 43,80%, tra cui spiccano Norvegia al 14,96%, Islanda al 14,76% e Finlandia al 10,18% insieme a Groenlandia, Danimarca, Isole Faroe e Svezia.

Al secondo posto ci sono i Paesi Baltici e la Russia con 20,82%, seguiti da Irlanda e Scozia (10,58%), i Paesi dell’Europa centrale (8,29%), l’Europa del sud (8,89%) e i paesi tra Europa e Asia (4,04%).

Queste le principali destinazioni che, oltre a far parte dell’ampio portfolio di proposte di viaggi dell’operatore, sono quelle che ne hanno segnato l’andamento positivo e che oggi vengono riproposte attraverso soluzioni di viaggio nuove e alternative, dal tour di gruppo con partenze garantite e guida locale, a soggiorni in strutture insolite o esperienze legate alle tradizioni, alla natura o alla cultura di un popolo o un paese, oltre alla “costruzione” su richiesta di piccoli e grandi gruppi per tutte le destinazioni.

Per l’inverno 2019/2020, Le Vie del Nord lancia numerose proposte per quelle che sono le mete più classiche, con partenze garantite e/o individuali, “ma per diversificare l’offerta dalla massa, soprattutto per quanto concerne l’inverno in Nord Europa – continua Maria Teresa Omedè – per la prossima stagione fredda stiamo cercando di puntare su prodotti poco conosciuti ed esperienze uniche ed alternative, come ad esempio partenze individuali per le festività invernali in Lapponia finlandese nella regione del Lago Inari, con sistemazione in chalet di design, con vista lago che verranno inaugurati a fine novembre”.

Una programmazione invernale che si arricchisce anche di quattro tour negli USA, a bordo di Harley Davidson, con guida bilingue professionista. “Si tratta di programmi completi per chi desidera fare un’esperienza unica con un gruppo di motociclisti negli USA – spiega Maria Teresa Omedè – accompagnati da un furgone di supporto con moto di riserva e trasporto dei bagagli da una sistemazione all’altra”.

Senza dimenticare che la programmazione de Le Vie del Nord prevede anche viaggi per diversamente abili, tour senza barriere che possono essere realizzati anche d’inverno, in località con condizioni climatiche rigide, pacchetti speciali per i segmenti In viaggio con la Famiglia, Gourmet, Wellness e In Viaggio con l’Esperto.

Non da ultimo, altra importante novità che Le Vie del Nord prevede di inserire in programmazione prossimamente, sono itinerari di viaggio in destinazioni riconosciute come ‘sostenibili’, “come ad esempio in Finlandia, Norvegia, Svezia, Danimarca – conclude Omedè – dove località, strutture, ristoranti, organizzatori di escursioni e safari hanno più cura dell’ambiente, della propria cultura e della comunità locale, un valore aggiunto all’esperienza che il viaggiatore può vivere in queste aree durante il viaggio”.