L’Aeroporto dell’Umbria aggiunge nuovi servizi e diventa family-friendly

143

SASE ha voluto pensare ai viaggiatori più piccoli, mettendo a disposizione dei bimbi una nuova area dedicata interamente a loro e alle mamme e ai papà che li accompagnano.

Situata nella zona partenze dell’Aeroporto internazionale dell’Umbria, la baby area accoglie tutti i bambini e le bambine in un ambiente allegro e colorato, con una casetta, uno scivolo e un morbido tappeto su cui giocare in libertà e sicurezza in attesa dell’imbarco.

Ai neonati e alle loro mamme è dedicata l’area allattamento, uno spazio confortevole e riservato, dove le mamme possono sentirsi a proprio agio per allattare il loro bambini e provvedere al cambio del pannolino. L’area è infatti dotata di una poltrona ergonomica per allattare più comodamente e dello scalda pappa. Oltre a fasciatoio, pannolini, salviettine detergenti e quanto necessario per il cambio.

Il servizio è gratuito e frutto della partnership una nota azienda di prodotti per l’infanzia, al fine di offrire il meglio ai piccoli passeggeri e alle loro famiglie. Il negozio di Corciano ha infatti firmato questa importante collaborazione, attrezzando e dotando lo scalo umbro di tanti prodotti per rendere family friendly l’Aeroporto di Perugia.

L’area bambini ed allattamento completano una serie di nuovi servizi implementati dall’Aeroporto Internazionale dell’Umbria, con l’intento di rendere sempre più confortevole il transito nell’hub perugino. Tra questi: assistenza PRM, infermeria, area amica, biglietteria aerea, punto vendita trenitalia, ufficio informazioni voli e informazioni turistiche, Wi-fi gratuita, smoking area, ricarica batterie smartphone e laptop, lost & found, due bar edicola tabacchi, bancomat, 400 posti auto e parcheggio gratuito per i primi 15 minuti, postazione per la ricarica elettrica delle auto, 5 punti rent a car, servizio taxi e galleria commerciale con 8 negozi dedicati alle eccellenze della Regione, la sala fumatori, la business lounge e non ultimo un pianoforte per allietare i nostri passeggeri.