È decisamente sopra le aspettative il bilancio che Jump, il tour operator dinamico di casa UVET che con la sua nascita è andato a completare l’offerta dell’universo Settemari.

Un’occhiata ai numeri mette immediatamente in evidenza un successo che rappresenta un forte incentivo a far crescere ulteriormente il livello del servizio e la varietà del prodotto con nuovi tools tecnologici, accordi esclusivi e formule di prodotto come i pacchetti charterizzati. Le agenzie regolarmente attive sono circa 1.000 e crescono giorno dopo giorno; oltre 17.000 i clienti partiti fino a ora, a cui si debbono sommare le prenotazioni già chiuse per i mesi futuri; 103 le compagnie aree utilizzate in tutto il mondo e 755 le diverse città prenotate con un valore medio a pratica di quasi 1000 euro, cifra davvero importante in relazione al modello di business, soprattutto se si tiene in considerazione la durata media della vacanza che è di circa 3,6 giorni. Un vero e proprio “amazonB2B” del turismo in grado di contrastare il mercato delle Olta, favorendo l’agente di viaggio nel dare una risposta immediata, in termini di preventivo al cliente, avvalendosi anche della responsabilità del Tour Operator anche in caso di pacchetti con combinazioni di voli low cost.

Alla base di risultati più che positivi, l’impostazione unica della piattaforma che, oltre a proporre un’ampia scelta di prodotto, tra cui ottime tariffe negoziate a marchio Jump P+US, permette alle agenzie di costruire in modo totalmente flessibile e in pochi secondi percorsi di viaggio tailor made, combinando molteplici servizi come voli ITC, Iata, Low cost, pernottamenti in città differenti, voli e trasferimenti interni, esperienze del territorio, noleggio e, ultima novità, traghetti. E non è un caso se, oltre alle grandi città europee e mondiali, tra le mete maggiormente richieste per l’autunno-inverno, figurano i prodotti brandizzati JUMP+US in Egitto, Oceano Indiano e Caraibi ma anche proposte originali, come il soggiorno in casa particular a Cuba, abbinato al noleggio auto.

Tra i dati più interessanti e indicativi dell’appeal che Jump riscuote presso le ADV, figura l’alto tasso di clienti millennials e repeaters che hanno trovato una risposta alle loro esigenze attraverso la programmazione dinamica e flessibile del t.o, avendo la certezza di disporre di un servizio di assistenza h24 e della presa in carico di responsabilità.

“Siamo davvero molto soddisfatti ma ciò che maggiormente ci rende orgogliosi è il fatto che le agenzie abbiano compreso che JUMP permette di riportare in ADV anche chi fino a oggi ha preferito le OLTA per le proprie vacanze. Il motivo è semplice. Con noi si può fare quello che raramente un utente riesce a fare per conto proprio: mettere insieme più città con tariffe aeree competitive, trovare una vasta gamma di servizi a terra, flessibili ed estremamente vari. Senza dimenticare il vantaggio per le ADV di vendere, per esempio, un pacchetto volo charter e soggiorno, scegliendo in modo flessibile la durata e la struttura, applicando il proprio mark-up, anche in modo modulare”, commenta Leonardo Rosatelli, Amministratore Delegato di Jump.