Jetcost: tre grotte italiane scelte tra le migliori al mondo

298

Tre grotte italiane figurano in una lista di oltre 20 grotte del mondo che si distinguono per la loro particolare bellezza e unicità. È quanto emerso da un sondaggio condotto dal motore di ricerca di voli e hotel Jetcost.it per la sua nuova sezione Esplora.

Le grotte di Castellana in Puglia, la Grotta Azzurra di Capri e l’Orecchio di Dioniso in Sicilia occupano posti di rilievo in questa speciale selezione che annovera interessanti grotte di altri paesi europei come Portogallo e Spagna, ma anche grotte di Messico, Cina, Stati Uniti e Nuova Zelanda, solo per citarne alcune. Secondo i dati ricavati dall’indagine, un numero elevato di turisti (38%) sceglie le proprie destinazioni di vacanza proprio in base alla presenza di grotte e altri elementi della natura che possono visitare.

Gli intervistati da www.jetcost.it hanno dovuto scegliere le loro mete preferite in base alla loro offerta naturalistica e, in particolare, alle grotte del loro territorio, tenendo conto della bellezza, rarità, dei servizi, dell’illuminazione, dell’accessibilità e di alcuni aspetti che li avrebbero sorpresi. Con oltre 33.000 grotte, l’Italia possiede un patrimonio naturale sotterraneo di inestimabile valore.

A Castellana-Grotte, non lontano da Bari, in Puglia, si trovano le imponenti grotte di Castellana, un complesso di cavità sotterranee di origine carsica tra le più belle in Europa. Si sviluppano per oltre 3.300 metri e raggiungono una profondità di 122 e la visita offre uno scenario unico in un itinerario tra caverne, canyon e formazioni spettacolari; la Grotta Bianca, ad esempio, per il biancore del suo alabastro che si riflette in un lago sotterraneo cristallino viene definita tra le più splendenti al mondo. Un’altra caratteristica della grotte di Castellana sono le sue dimensioni, il sistema di grotte non solo è lungo, ma alcune delle sue camere e corridoi raggiungono i 60 metri di altezza e le sue gallerie possono arrivare fino a 70 metri sotto il suolo.

Tra le preferite degli intervistati è risultata anche la splendida Grotta Azzurra, la famosa grotta marina sulla costa di Capri, forse l’attrazione per cui l’isola è più famosa. I turisti vengono da tutto il mondo per ammirare l’acqua al suo interno di un blu così azzurro da sembrare finto. Larga 25 metri e lunga 60 ha un ingresso che è alto meno di un metro quindi per entrare bisogna proprio abbassarsi quando si è a bordo della barchetta che entra al suo interno: lo spettacolo però è garantito. Ai tempi dei romani, con Tiberio, la grotta veniva usata come un ninfeo marittimo.

Infine, la selezione di Jetcost comprende anche l’Orecchio di Dioniso a Siracusa, in Sicilia. In origine era un’antica cava di cavalcare, a dargli il nome fu Caravaggio durante la sua visita nella Regione agli inizi del 1600 per la forma simile a quella di un orecchio umano e la sua acustica perfetta che permette di amplificare anche i suoni più deboli. Ma c’è anche una leggenda, secondo cui il famoso tiranno Dioniso aveva costruito questa grotta come prigione dove rinchiudere i suoi accesi oppositori per origliare attraverso una piccola fessura quello che dicevano, amplificato dall’eco. Fu così che riuscì a sventare parecchi complotti. Alcuni studiosi pensano inoltre che l’Orecchio servisse per creare degli effetti speciali nel teatro greco situato proprio accanto. La piccola fessura, infatti, è dietro agli spalti e probabilmente durante gli spettacoli veniva usata da un coro che cantando dalla grotta faceva arrivare la voce alle spalle del pubblico, cogliendolo di sorpresa. Al di là di suggestioni e leggende, vale la pena sapere che la forma della grotta è dovuta al fatto che lo scavo è iniziato dall’alto, seguendo il piano inferiore di un acquedotto serpentino che si allargava sempre più in profondità avendo trovato una roccia di ottima qualità. È lunga 65 metri, alta 23 metri e larga tra i 5 e gli 11 metri circa.