Ivano Zilio, presidente di Primarete, è un assiduo difensore da sempre della categoria degli agenti di viaggio.

“Sono convinto – spiega Zilio – che le agenzie riusciranno a farcela soprattutto mantenendo lucidità e determinazione del proprio ruolo. In un contesto come questo la distribuzione organizzata e le agenzie che ne fanno parte stanno avendo un ruolo unico nella filiera perché le agenzie di viaggio grazie alla loro capacità di entrare in contatto diretto con i loro clienti creano un ponte determinante tra quest’ultimi e i fornitori. Lo dimostra il fatto che in tanti anni dove si sono susseguite svariate crisi le serrande delle agenzie come si sono abbassate si sono risollevate,anche dopo tutte le grandi difficoltà che hanno dovuto sopportare, sono tornate a svolgere quella funzione indissolubile di fiducia e consulenza per il cliente”.

“Nonostante i vari profeti che si sono susseguiti scrivendo teorie dissacratorie dove l’arrivo di internet – continua il presidente del network – l’arrivo delle Ota avrebbero fatto sparire la categoria degli agenti di viaggio, dobbiamo prendere atto che in questo momento le agenzie sono state prese d’assalto da tutte quelle persone che avevano prenotato su canali web del fai da te chiedendo consulenza su come avrebbero dovuto agire per ritornare in possesso dei propri soldi. Una delle leve importanti che fa sì che l’agenzia sia un anello strategico è che ha sempre messo in primis il rapporto umano con il cliente e questo ha fatto sì che a lungo andare l’agenzia abbia continuato il suo ruolo nel settore”.

“Tutto questo – sottolinea Zilio – per dire che l’agenzia si è guadagnata ancora una volta un suo ruolo di intermediario importante. È come fosse il garante tra quello che viene proposto dal fornitore (ad es. cambio destinazione, voucher, cambio data ecc…) e la miglior soluzione per il cliente”.

“Quindi venendo meno la fiducia del consumatore nei confronti di canali online precedentemente utilizzati, l’opportunità per l’agenzia di svolgere un ruolo determinante nel mercato è quasi inevitabile. Anzi nella ripartenza da parte dei vari fornitori (compagnie aeree, T.O., compagnie di crociere, alberghi ecc.) consiglio come ricetta per ripartire di investire sul canale agenzia e network in quanto miglior database già consolidato nel mercato del turismo”, conclude Ivano Zilio.