Isola d’Elba, al via la Borsa del Turismo Sportivo

552

Sarà il Forum ‘Gli eventi sportivi ed il ruolo delle Sport Commission’ ad aprire domani pomeriggio la Borsa internazionale del Turismo Sportivo & Benessere termale, considerata la più importante borsa europea riservata al turismo sportivo, attivo e del benessere quest’anno ospitata con una rinnovata formula organizzativa a Portoferraio, sull’Isola d’Elba. Vi partecipano 80 selezionati buyer nazionali e internazionali.

Il segmento mondiale del cosiddetto turismo-avventura vale oggi poco meno di 300 miliardi di euro e vede l’Europa tra le destinazioni più richieste, con un valore economico in crescita nell’ultimo anno del 27%. In questo scenario la Toscana può giocare un ruolo chiave in quanto le attività maggiormente richieste e in costante crescita sono l’Hiking seguito da Cycling ed Ecoturismo, messi in combinazione con attività culturali ed enogastronomiche. Ingredienti – al centro del progetto Tuscany Adventure Times – che da sempre compongono il cuore dell’offerta turistica della Toscana, universalmente apprezzata nel Mondo. Insomma, un matrimonio perfetto.

In Italia il segmento del turismo legato alla cosiddetta vacanza attiva è oggi in grado di garantire alle destinazioni turistiche significativi flussi internazionali. Inoltre, al crescente numero di turisti interessati ad abbinare il periodo di vacanza alla pratica di attività fisica vi è l’ulteriore fenomeno legato allo sport agonistico e alle grandi competizioni (professionistiche ed amatoriali) a sua volta capace di garantire di importanti ritorni sempre in termini di presenze turistiche. Si tratta di numeri significativi: i turisti outdoor 2017 sono stati 12,839 milioni (circa 44% italiani e 54% stranieri) con 39,322 milioni di presenze (circa 41% italiani e 59% stranieri) e un fatturato complessivo di 4,032 miliardi di euro, di cui 2,588 relativi al settore ricettivo e 1,443 per i servizi e attività varie. Valori riferiti per il 34% agli ospiti italiani e per il 66% agli ospiti stranieri (dati Osservatorio Italiano del Turismo Outdoor).

E la Toscana è da sempre patria dello sport e di grandi sportivi in molte discipline. Per una sua naturale attitudine ambientale e strutturale ha ospitato negli anni grandi e piccoli eventi sportivi ed è una delle regioni italiane con il più alto tasso di arrivi e presenze per attività outdoor e sportive. La Regione Toscana attraverso Toscana Promozione Turistica ha investito molto, negli ultimi due anni, nel prodotto turismo sportivo/outdoor che coniuga territorio, adrenalina e sostenibilità ma, soprattutto, punta a garantire una crescita economica a quelle aree a maggior potenziale per il turismo sportivo, a volte decentrare rispetto ai grandi flussi. Tutto questo rispettandone gli equilibri sociali ed ambientali. Di qui la nascita dello specifico progetto Tuscany Adventure Times, che punta a valorizzare la variegata offerta di vacanza che spazia dal mare alla montagna, dalla campagna alle città.

Sino a domenica 7 ottobre sono previsti quattro giorni di confronti, educational alla scoperta del territorio e ovviamente di workshop professionali.