Iran: CICE al lavoro per rafforzare i rapporti con l’Italia

553

È in corso la visita in Italia di una delegazione iraniana per sostenere i rapporti culturali e business tra i due Paesi in ambito turistico. L’iniziativa, organizzata dal CICE-Centro Italo Iraniano di Cooperazione Culturale ed Economica, apre diverse collaborazioni tra le due nazioni che amplieranno i lavori e naturalmente i viaggi.

Importante il ruolo di AITO Tours, l’operatore turistico più grande ed importante dell’Iran sia in outgoing che nell’incoming. AITO offre infinite possibilità di itinerari culturali, eco-turistici e con attività sportive come immersioni, sci o trekking (nel deserto o in montagna fino all’altezza di 5600 metri, come pure in località dai paesaggi variopinti e affascinanti). Organizza inoltre eventi, meeting internazionali, congressi e crociere. AITO TOURS, nata dall’unione di quattro dei più importanti tour operators iraniani (Iran Tourist, Perspolis, Aito, Azadi), è presente in Iran con quattro uffici a Teheran e nelle più importanti città del Paese. AITO è presente anche in Italia, a Verona, con una sua filiale.

CICE e AITO Tours saranno presenti anche al TTG di Rimini per incontrare gli operatori del turismo italiani e presentare tutte le ultime novità dell’Iran.

Così Abdolreza Mir Fakhraei, responsabile in Italia di CICE e AITO, racconta l’Iran: “L’Iran e’ un Paese affascinante per il quale nutro un amore intenso, non solo perché sono Iraniano, ma perché è una nazione ricca di storia, di cultura, d’opere d’arte, di paesaggi variegati. Considerato dai viaggiatori un Paese OSPITALE, non è mai stato un universo chiuso: la famosa rotta commerciale – la via della seta – tra Estremo Oriente ed Europa trova il suo epicentro in Iran”.