Sono decollati nella serata di ieri – domenica 18 dicembre – i nuovi voli che collegano l’aeroporto internazionale dell’Umbria “San Francesco d’Assisi” a Cluj Napoca, antica capitale della Transilvania nonché uno dei più importanti centri accademici, culturali e industriali della Romania.

I collegamenti, programmati ogni mercoledì e domenica, sono operati da Wizz Air con Airbus A320/321. Atterrata per la prima volta in Italia nel 2004, Wizz Air è oggi una delle principali compagnie aeree in Europa e può contare su una flotta tra le più giovani al mondo composta da oltre 170 aeromobili, 6 basi in Italia e voli in partenza da 25 aeroporti italiani.

L’Aeroporto Internazionale dell’Umbria, ha dichiarato: “I nuovi voli su Cluj-Napoca vanno a rafforzare un mercato, quello dell’Europa dell’Est, etnico e di grande importanza strategica per ciò che concerne gli interessi commerciali e rappresentano, per entrambi i territori, nuove opportunità di sviluppo turistico. Siamo soddisfatti che il nostro scalo continui ad ampliare il raggio delle sue destinazioni, offrendo nuove opportunità anche ai cittadini del centro Italia. Ci auguriamo che la collaborazione con Wizz Air possa ulteriormente rafforzarsi nel prossimo futuro vista anche la grande risposta ed attenzione che il mercato sta registrando nei confronti dell’Umbria”.

Quello con Cluj rappresenta quindi il nono nuovo collegamento inaugurato dallo scalo umbro nel corso di questo 2022, e si va ad aggiungere ad una stagione invernale che vede un network di voli da/per Londra Stansted, Malta, Catania, Palermo (rotte operate da Ryanair) e Tirana (voli operati sia da Wizz Air che da Albawings), con 32 frequenze di linea settimanali ed una proiezione di traffico per l’intero anno di oltre 365mila passeggeri.

I grandi eventi programmati in Umbria nel 2023 – tra i quali ricordiamo le celebrazioni per il 500° anniversario del Perugino ed i 50 anni di Umbria Jazz – oltre al grande riconoscimento arrivato da Lonely Planet che ha consacrato l’Umbria come “Best In Travel 2023”, rappresentano degli ottimi presupposti anche per la crescita dell’aeroporto “San Francesco d’Assisi”. Lo scalo infatti nel 2023 punterà ad una ulteriore e decisa crescita.