Destinazioni differenti e un calendario inedito. È un inizio d’anno decisamente positivo per gli Stati Uniti de I Viaggi del Delfino. Il Tour Operator napoletano evidenzia, infatti, sulla storica destinazione nuovi trend di prenotazione, tutti caratterizzati dal segno più. In modo particolare, grazie anche al calendario delle festività di aprile, sono in aumento le richieste per Pasqua e i ponti di primavera. Su tutto il venduto del 2019, l’incremento è già del 30% rispetto allo scorso anno. Cambia anche la geografia delle prenotazioni, con la scoperta di itinerari insoliti, come il New England.

“Siamo molto soddisfatti dell’andamento della destinazione Usa, sempre più apprezzata anche da target diversi da quello ormai ben consolidato degli honeymooners. Quest’anno – spiega Ivana Di Stasio, managing director de I Viaggi del Delfino – sono molte le famiglie che hanno scelto gli Stati Uniti per Pasqua e ponti, complice il favorevole calendario scolastico che permette due settimane di vacanza agevolando la scelta di mete più distanti. Accanto alle grandi città, stiamo riscontrando molto interesse anche per destinazioni come Cape Code e il Massachusetts e per le città culla della storia della musica americana quali New Orleans, Memphis e Chicago”.

La formazione degli Agenti di Viaggio de I Viaggi del Delfino guarda anche ai nuovi trend della destinazione Usa, nell’ottica del costante supporto fornito alle Agenzie per rispondere meglio alle esigenze del mercato. Dopo aver partecipato, nei giorni scorsi, a Molfetta, all’American Day con Visit Usa Italy, di cui l’Operatore è socio storico, e ad un incontro ad hoc organizzato a Potenza, il Tour Operator incontrerà gli Agenti di Viaggio il prossimo 20 febbraio a Palermo per presentare l’offerta sul New England con focus sul Massachusetts. Specialista trentennale sulla destinazione Stati Uniti, I Viaggi del Delfino anche per il 2019 continua ad investire sull’accurata selezione di compagnie aeree, alberghi e servizi per garantire un’offerta su misura e di altissima qualità.