I MICE influencer promuovono Napoli

228

Panorami mozzafiato, location inusuali, cibo prelibato e un’ottima organizzazione. Questo è lo spettacolo al quale hanno assistito le due Mice influencer giunte a Napoli, su iniziativa del Convention Bureau di Napoli, per toccare con mano la città e proporla come destinazione M.I.C.E. al popolo dei followers.

“Si tratta di un primo progetto italiano dedicato al MICE e dalle grandi prospettive – dichiara Giovanna Lucherini, direttore del CB Napoli –, oggi gli influencer riescono ad indicare strade e fornire consigli utili, quasi sostituendosi alle vecchie pubblicità, con un sistema di comunicazione completamente diverso, raggiungendo un mercato nuovo ed inesplorato”.

Protagoniste del progetto Alessia Di Raimondo, per l’Italia, e Mariska Kesteloo, per l’Europa, che trasformeranno in contenuti inusuali, testuali e fotografici, l’esperienza vissuta in città. I contenuti saranno veicolati attraverso vari canali digitali con l’hashtag del progetto #MeetinNaples.

“L’ospitalità e la ricchezza culturale rendono Napoli una città adatta a diverse tipologie di eventi – racconta Mariska Kesteloo – se a questo aggiungiamo una varietà gastronomica che non si ferma alla pizza o alla mozzarella, comprendiamo che la città si rivolge ad un mercato molto vasto, ma diverso da quello di Londra, Parigi o Barcellona”. “Il nostro obiettivo – prosegue – è quello di intavolare un confronto con organizzatori di eventi, mostrando le potenzialità e le bellezze della città, con un occhio esterno, e condividendo le nostre esperienze”.

“Il nostro lavoro mira ad aumentare l’attenzione del mondo Mice su Napoli, realizzando un focus particolare sulle sedi congressuali e sugli hotel – racconta Alessia Di Raimondo -. Su Linkedin il video promozionale del progetto ha già raggiunto quasi 2000 visualizzazioni di addetti ai lavori, creando importanti interazioni. Un ruolo rilevante nella promozione della città, come destinazione M.I.C.E., lo ricoprono anche le infrastrutture per questo avere un aeroporto cittadino efficiente è sicuramente un plus”.

La visita degli influencer è stata il punto di partenza della campagna che si concretizzerà nella realizzazione di gallerie fotografiche oltre che di contenuti originali per le diverse piattaforme digitali, dai blog a Facebook, da Linkedin a Instagram. Un lavoro lungo e costante nel tempo che sarà importante ripetere negli anni, magari ospitando influencer, provenienti da altre aree geografiche, per aumentare la visibilità di Napoli e renderla così sempre più appetibile per il mercato meeting & tourism industry.