Foto Roberto Monaldo

Il turismo italiano si appresta ad eguagliare i dati del 2019, ultimo anno pre covid e in alcune regioni questi dati saranno addirittura superati. Lo ha annunciato il ministro del Turismo Massimo Garavaglia intervenendo al Global Youth Tourism Summit organizzato dal ministero del Turismo con l’Unwto e l’Enit a Sorrento.
“Considerando che nei primi mesi dell’anno c’erano ancora le restrizioni è un risultato davvero eccezionale” ha aggiunto Garavaglia mettendo in evidenza la necessità di stabilizzare questi numeri e crescere ulteriormente nei prossimi anni seguendo anche i suggerimenti arrivati dai ragazzi riuniti a Sorrento.
Garavaglia ha spiegato che il primo congresso mondiale del turismo giovanile è stato organizzato perché la generazione Z, ossia i nati dal ’97 in poi, sono due miliardi nel mondo e sono loro che disegneranno e stanno già disegnando il turismo del futuro. Orientano infatti le decisioni delle famiglie e loro stessi sono turisti. Sono nati con internet, parlano un linguaggio diverso e hanno desideri diversi: sentendoli parlare hanno un’attenzione particolare al turismo sostenibile, accessibile e ai temi della disabilità. “Noi dobbiamo sentire loro per adeguare l’offerta” ha commentato il ministro.