Il turismo mondiale si rimetterà in moto a fine 2011 (dopo un 2009 da dimenticare ed un +6,6% nel 2010), quando gli arrivi internazionali cresceranno del 4-5% ed in Italia aumenterà la spesa degli stranieri, mentre gli italiani continueranno a preferire l’estero. Sono alcuni dati resi noti alle Officine Grandi Riparazioni di Torino durante la presentazione del TurisMonitor 2012, una ricerca sull’andamento del turismo mondiale, europeo ed italiano realizzata dal Centro Studi del Touring Club Italiano con il contributo di Alitalia. Se il motore del turismo mondiale è ritornato ad essere l’Europa (+6,4% gennaio-giugno 2011) seguita dall’America (+5,6%), la situazione appare invece difficile per i Paesi del Mediterraneo che vivono gli effetti della crisi geopolitica: i primi sei mesi del 2011 hanno visto infatti una forte riduzione in molti Paesi, addirittura -40% in Egitto e -39% in Tunisia.