Un forte terremoto (magnitudo 4) ha colpito Ischia, con epicentro ad un chilometro dal Faro di Punta Imperatore sulla costa occidentale. Il bilancio è di 2 vittime, 25 feriti e circa 2.600 sfollati.

Tanti tra i turisti presenti, subito dopo la mezzanotte hanno preso d’assalto i traghetti per lasciare l’isola.
Tra i primi interventi registrati c’è stato quello del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, intervistato da Radio 1 Rai: “C’è molta preoccupazione, soprattutto tra i turisti e i villeggianti che provano a lasciare istintivamente l’isola in questi momenti, ma bisogna mantenere i nervi saldi”.

Anche il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, è intervenuto sottolineando la disponibilità a “mettere in atto ogni azione per contribuire a sostenere le attività di emergenza, soccorso e assistenza in favore delle persone e dei Comuni così duramente colpiti”.

Il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, giunto sull’isola in mattinata ha dichiarato: “Abbiamo fatto partire più di mille persone che volevano andare via e oggi abbiamo organizzato una struttura di assistenza alla popolazione. Ci sarà una struttura che ne coordinerà due a livello comunale. Nel pomeriggio squadre di tecnici andranno a fare verifiche specifiche sugli alberghi per vedere il livello di stabilità, per ospitare la popolazione appunto negli alberghi da questa sera”.

Proprio per offrire sostegno ai residenti e ai turisti Federalberghi Ischia ha fatto sapere che gli alberghi associati hanno deciso di mettere a disposizione gratuitamente le camere delle proprie strutture ricettive per le popolazioni e gli ospiti dei comuni di Casamicciola Terme e Lacco Ameno, le zone maggiormente colpite dal sisma.

Gli alloggi sono disponibili nei comuni che non sono stati interessati dagli eventi sismici. Federalberghi Ischia informa inoltre che sta procedendo in tal senso in stretto contatto con il Centro Operativo della Protezione Civile.