San Francisco Travel lancia ‘I am San Francisco’ e ‘You are always welcome’

95

San Francisco Travel ha adottato un approccio innovativo nella seconda fase della sua iniziativa finalizzata a far sì che i visitatori, internazionali e domestici, sappiano che tutti sono sempre  benvenuti.

“La nostra prima fase si è rivolta direttamente al visitatore per assicurargli che, indipendentemente da dove venisse o da come vivesse, era sempre ben accetto. Volevamo prendere le distanze dalla retorica in auge nella capitale”, ha dichiarato il presidente e amministratore delegato della San Francisco Travel Association, Joe D’Alessandro. “La fase due si concentra sul punto di vista del locale, che spiega perché San Francisco è la città che tutti dovrebbero scegliere”. L’ultima piattaforma per presentare la città come una destinazione varia ed accogliente è intitolata “I Am San Francisco”, dove si raccolgono una serie di video online in cui nativi e visitatori occasionali raccontano le proprie esperienze.

I primi nove profili coprono un paesaggio umano eterogeneo di razza, genere, età, economia e orientamento, tra cui un macchinista dei cable car, uno storico della Summer of Love, un lavoratore di fede musulmana, donne imprenditrici, dirigenti, artisti, una persona transgender, ecc.

La storia di ogni persona è raccontata in foto, video, testo e audio. Ciascun video termina con il protagonista che, rivolgendosi allo spettatore, dice: “Io sono San Francisco e tu sei sempre il benvenuto.” “Volevamo raccontare storie reali e autenticamente di San Francisco”, ha aggiunto D’Alessandro. “È questa San Francisco, in fin dei conti – non solo riconosce la diversità ma la celebra e la difende in tutto il mondo”.

“I Am San Francisco” è stato sviluppato in collaborazione con Brenton Gieser e Felix Uribe, creatori del Tender Souls Project, un documentario fotografico che mostra l’umanità e le complessità del Tenderloin, un quartiere difficile nel cuore della capitale dell’innovazione.