Royal Caribbean, nuove navi e numeri in crescita sul mercato italiano

98

“Il 2018 è stato ed è tuttora un anno straordinario per Royal Caribbean – dice Silvio Ciprietti, Head of Sales di Royal Caribbean In Italia – Tre nuove navi per Royal Caribbean, Celebrity Cruises e Azamara Club Cruises e risultati oltre le aspettative che fin d’ora ci fanno registrare un +20% sul prenotato del 2019 vs il 2018”.

È sicuramente un anno particolare per il gruppo Royal Caribbean. L’entusiasmo che ha accompagnato il debutto della maestosa Symphony of the Seas, lo scorso marzo, è passato per il glamour del battesimo della Azamara Pursuit a fine agosto e ora cresce di nuovo, in attesa dell’imminente consegna della Celebrity Edge: tre nuove navi che soddisfano le esigenze di diversi target di clientela.

Dal punto di vista commerciale sono attive da settembre le nuove commissioni sulla componente voli dei pacchetti “volo+crociera” per i Caraibi e e per tutte le destinazioni internazionali con partenze dagli aeroporti di Milano e Roma. Grande enfasi sui numerosissimi “Short Caribbean Sailings”, offerte “veloci” e al tempo stesso accattivanti, da proporre a chi ha pochi giorni a disposizione ma è in cerca di un break al caldo, rilassante o divertente. Una settimana di vacanza composta da 3 o 4 notti di crociera e soggiorni pre e post-cruise con hotel e servizi a terra garantiti da Royal Caribbean. Numerose le proposte nei Caraibi orientali e occidentali, ma anche a Cuba, in Messico e negli Stati Uniti.

In grande evidenza anche i viaggi di nozze, con un’offerta unica per numero di destinazioni e tipologia di prodotti in grado di rispondere alle diverse esigenze del segmento per honeymooners di tutti i gusti e tutte le tasche, a partire dalla crociera sull’ammiraglia della flotta, la Symphony of the Seas, la nave dei record ad alto tasso di divertimento e di avventura, costruita con un investimento di oltre un miliardo di euro e che, come le sue gemelle, propone a bordo l’esclusivo concetto dei sette quartieri tematici, per consentire agli ospiti di vivere esperienze divertenti e in linea con il proprio stile di vita e le proprie esigenze.

I Caraibi sono i protagonisti dell’inverno (e non soltanto) di Royal Caribbean. Dopo la sua prima stagione nel Mediterraneo, Symphony of the Seas raggiunge le gemelle Oasis of the Seas, Allure of the Seas e Harmony of the Seas ai Caraibi per tutta la stagione invernale, che si annuncia ricca di itinerari e opzioni di relax e divertimento.

“Siamo la compagnia di crociere con il maggior numero di navi posizionate nei Caraibi, offrendo tantissimi itinerari per scoprire praticamente tutte le isole con crociere di durata differente. Per il mercato italiano, e per la stagione invernale, puntiamo molto sugli “Short Caribbean Sailings” e sulle crociere di 7 giorni a bordo delle navi della Classe Oasis, Symphony of the Seas compresa, in partenza dai porti di scalo della Florida per visitare i Caraibi Occidentali e quelli Orientali. Royal Caribbean vuole diventare sempre piu, per i clienti italiani, il brand di riferimento per le loro vacanze internazionali”, dice Silvio Ciprietti.

E poi la grande novità ai Caraibi: a maggio, nelle Bahamas, si inaugurerà Perfect Day at CocoCay, l’isola privata di Royal Caribbean in cui vivere un’esperienza paradisiaca, con parchi acquatici con scivoli fino a 40 metri di altezza, lagune isolate per rilassarsi, zipline per attraversare l’isola, spiagge di design. Perfect Day at CocoCay fa parte del progetto Perfect Day Island Collection, una serie di destinazioni private ed esclusive in tutto il mondo firmata Royal Caribbean e sarà visitabile viaggiando a bordo di Harmony, Allure, Mariner of the Seas, recentemente rinnovata, e la nuovissima sorella di classe Oasis, Symphony of the Seas.

La primavera del 2019 vedrà anche il ritorno nel Mediterraneo, di Oasis of the Seas, la capostipite della Classe Oasis, che manca dall’Europa dal 2014, che proporrà delle crociere che toccheranno Barcellona, Palma di Maiorca, Marsiglia, Firenze, Roma e Napoli, in partenza da Barcellona e da Civitavecchia.