Turks & Caicos si è confermata anche nel 2016 una delle mete preferite dagli italiani, con 1.960 arrivi dall’Italia, +33 % rispetto all’anno precedente, consolidando la posizione di secondo mercato europeo per l’arcipelago.

La bianca spiaggia di Grace Bay, tra le più belle del mondo, l’alta qualità alberghiera e la facilità di connessione la rendono meta privilegiata per una vacanza perfetta… ma Turks & Caicos è molto di più: isole dalla natura incontaminata, la terza barriera corallina al mondo per estensione, possibilità di matrimoni in spiaggia…. Per conoscere al meglio le possibilità offerte l’ente del Turismo rilancia la formazione online al sito www.turksandcaicosexpert.com, training abbinati a due concorsi, uno per chi ancora deve affrontare il corso e una per chi già è in possesso della qualifica.

I primi 20 agenti di viaggio che completeranno il corso a partire da giugno 2017 si aggiudicheranno un Buono Regalo Amazon.it da € 50. Per chi invece è già Expert, Naar Tour Operator mette in palio una vacanza di 5 notti nell’arcipelago, da assegnarsi attraverso una “booking competition”. Saranno infatti premiate le migliori performance di vendita, a partire da un minimo richiesto di due prenotazioni per agenzia, effettuate nel periodo tra il 29 maggio al 31 luglio, con soggiorno di almeno 5 notti e partenze 2017 e 2018.

“Abbiamo raccolto con grande piacere la proposta di condividere l’iniziativa formativa. I colleghi “expert” potranno abbinare un soggiorno a Turks & Caicos alle mille possibilità di esperienze che gli Stati Uniti offrono. Inoltre, il know-how abbinato all’utilizzo del nuovo tool “offerte di viaggio” su naar.com renderà avvincente la gara”, commenta Maurizio Casabianca Direttore Commerciale e Marketing di Naar Tour Operator.

“Turks & Caicos crede molto del potenziale dell’Italia – ha dichiarato Courtney Robinson, Responsabile Marketing UK ed Europa dell’Ente del Turismo di Turks and Caicos – e siamo sicuri che questa iniziativa possa sviluppare la conoscenza dell’arcipelago sul mercato italiano, per aumentare e rendere più efficaci le vendite”.