giornaledelturismo_primarete-zilio“Un film già visto qualche anno fa – dichiara Ivano Zilio, presidente di Primarete Network e consigliere nazionale Federazione Turismo Organizzato, con delega ai trasporti -. A distanza di anni, dal 2009 per la precisione, noi agenzie siamo insinuate al passivo e ancora in attesa dei nostri soldi”. Da qui l’esigenza di lanciare l’hashtag #alitaliaabbiamogiadato, a supporto di tutte le agenzie di viaggi, che per l’ennesima volta passerebbero da vittime ingiuste: “Noi agenzie chiediamo certezze! Dovremmo valutare attentamente, in seguito all’assemblea dei soci e ai proclami del governo di oggi, se sia il caso di continuare ad emettere biglietti Alitalia”, incalza Zilio.

Si espone sulla questione Alitalia anche Ivano Zilio: “Alitalia è un partner commerciale importantissimo per le agenzie del Triveneto e non solo. Le agenzie di viaggi generano milioni di euro di vendita con partenza dagli aeroporti del Triveneto, specialmente dall’hub di Venezia. Siamo molto preoccupati perché questa incertezza potrebbe pregiudicare le vendite della stagione estiva, il servizio è messo a grosso rischio. Senza collegamenti efficienti le agenzie di viaggio si troveranno in fortissima difficoltà sia per chi fa incoming che outgoing e business travel. Le agenzie devono avere la certezza riguardo al mantenimento delle loro prenotazioni, all’accumulo dei punti per i Frequent Flyer e all’eventuale riprotezione dei clienti in caso di stop da parte della compagnia”.

“Mi farò promotore all’interno di F.t.o chiedendo urgentemente un incontro con i vertici Alitalia per tutelare gli agenti di viaggio in primis e il cliente finale poi. Nel frattempo auspichiamo che il governo intervenga per garantire la continuità e consentire il mantenimento delle prenotazioni, nonché la possibilità anche ai turisti stranieri di poter continuare a raggiungere l’Italia utilizzando la nostra compagnia di bandiera: sarebbe un danno all’immagine turistica anche e non solo per la nostra regione”, conclude Zilio.