giornaledelturismo_parextourLa fame di cultura è una spinta formidabile a preparare le valigie. Globetrotter e viaggiatori di ogni età sono sempre sensibili al richiamo di esperienze di spessore. Con questa convinzione nasce Parextour, tour operator italo-iraniano, che si presenta a Milano, nella cornice del nuovo hotel NYX.

Il Presidente, Homayoun Zohdi, dopo la laurea in medicina a Teheran, decide di trasformare la passione per i viaggi e le fiere in un’attività di successo. Nel 1995 fonda Payam Resan Pardis Institute, che offre servizi dedicati agli studenti in partenza per paesi stranieri; tre anni dopo l’attività si allarga, con la creazione di Paryan Tejarat Pardis, che si occupa della gestione dei flussi turistici legati alla partecipazione a fiere e congressi nei vari settori merceologici. Nel 2004 il gruppo acquisisce un tour operator; nel 2012 cambia la strategia degli investimenti aziendali e nel 2013 crea un nuovo progetto: Europe Incoming. Il gruppo sposta la sua base in Europa, a Milano.

Nel 2016 prende forma l’outgoing: viene selezionato personale italiano di grande esperienza per la programmazione e lo sviluppo del tour operator, che intende lavorare attraverso il canale delle agenzie di viaggi.

Danilo Chiarappa, Direttore Operativo, e Adelina Gentile, Product Manager, affiancano il Presidente Zohdi e la parte amministrativa, e si pongono come referenti per il bacino delle agenzie di viaggio. La sede è a Milano, nella centrale Via Copernico, ed è dotata di uno spazio destinato alla formazione e meeting, aperta a piccoli eventi e agli agenti di viaggio che vorranno approfondire la conoscenza delle destinazioni trattate da Parextour.

Nel 2017 Parextour si propone sul mercato come referente per la destinazione Iran, arricchita da altre mete: Uzbekistan, Azerbaijan, Armenia, Georgia e Turchia (mare). Prossimamente anche Kazakistan e Turkmenistan. Per accreditarsi presso rete vendita e pubblico vanta, da un lato, la conoscenza diretta dell’Iran, e dall’altro il controllo totale della filiera, in quanto comprende la proprietà dell’ufficio corrispondente a Teheran. Propone inedite combinazioni di Paesi, rivolgendosi ai consumatori che ricercano espressamente viaggi di taglio culturale.

In ambito commerciale, fa leva su tour in esclusiva, partenze garantite anche con soli 2/4 iscritti, guide parlanti italiano, nessuna quota d’iscrizione e un pricing competitivo. La qualità delle sistemazioni alberghiere predilige la categoria 4 stelle e ci sono opzioni per confezionare viaggi tailor made in base a specifiche esigenze.

La specializzazione sull’Iran consente di impostare circuiti ottimizzati e di essere sempre aggiornati sulle novità e le tendenze. L’obiettivo infatti è anche quello di far scoprire alle persone la contemporaneità della nazione, non solo gli inestimabili tesori del suo passato.

Nelle altre destinazioni, c’è sovente nei viaggi la componente dell’interazione con le realtà locali: pranzi e cene con comunità, esperienze di condivisione manuale, opportunità di incontri.