Luigi MadernaI due corsi promossi dall’ente bilaterale lombardo danno l’avvio al calendario di formazione dell’ente visibile su Ebrl.it e partono da gennaio. In particolare, il primo progettato è tenuto da Alessio Carciofi, consulente e formatore di turismo digitale che con Ebrl ha avviato una proficua collaborazione, avendo completato tre percorsi di digital e social media communication rivolti specificatamente al settore del turismo organizzato. “A seguito del percorso formativo intrapreso lo scorso anno vogliamo creare un’ulteriore opportunità per gli imprenditori lombardi, con l’obiettivo di mettere a fuoco alcune tematiche molto importanti per le aziende del Travel – spiega Carciofi – Abbiamo pensato a una ‘Sartoria del turismo digitale’, nel senso di un vero laboratorio in cui gli operatori diventano protagonisti attivi ed in cui la teoria viene affiancata dalla praticità degli incontri formativi”. Questi ultimi saranno quattro, nei quali il docente andrà ad approfondire argomenti specifici come realizzare strategie di digital marketing, di digital advertising, digital analytics e digital business in un programma che ha l’obiettivo di creare le condizioni per un laboratorio sartoriale, dove le competenze si tramandano e si apprendono sul campo proprio come succede per la realizzazione di un capo sartoriale. Il secondo corso, ‘Consulente vendite viaggi multicanale’, è stato progettato da Roberto Gentile, head hunter e community manager, e prevedendo la frequentazione serale si rivolge ad agenti di viaggi, anche imprenditori, proponendosi di innovare gli obsoleti percorsi formativi alla professione. Verranno trattate discipline come il marketing digitale, i social media, il dynamic packaging, la formazione commerciale. Inserite in un piano formativo che tiene conto delle materie tradizionali di un corso per direttore tecnico di agenzia di viaggi, queste conferiranno quelle conoscenze necessarie a una nuova figura professionale. “Il consulente di viaggi multicanale rappresenta l’evoluzione moderna del banconista d’agenzia, dell’addetto al call center di una catena alberghiera o di un’agenzia BT o dell’addetto booking di un tour operator – osserva il presidente di Fiavet ed Ebrl Lombardia Luigi Maderna – Padroneggia le nuove tecnologie (web, social media, blog), parla e scrive in inglese, è flessibile negli orari, si muove con abilità da una vendita tradizionale a una proposta via web a una trattativa telefonica, sa e gli piace vendere, lavora per obiettivi. Ecco il profilo che abbiamo l’ambizione di preparare con l’avvio di questa nuova formula di corsi”.