La Valle d’Aosta inaugura la stagione invernale 2017/2018

76

Tra adrenalina e sicurezza, tra natura incontaminata e piste battute, tra vedute sconosciute e percorsi turistici, il 25 novembre inizia la stagione invernale 2017/2018 della Valle d’Aosta: la più piccola regione d’Italia che realizza i sogni di appassionati di sci ed amanti di sport invernali.

23 stazioni, 800 chilometri di piste, 160 impianti di risalita, 10 snowpark, infinite possibilità racchiuse in un piccolo territorio che conta 2 grandi comprensori – quello di Breuil-Cervinia e quello di La Thuile – le tre valli del comprensorio del Monterosa Ski, le stazioni di Courmayeur e di Pila, oltre le località minori – Torgnon, Chamois, Champorcher, Brusson, Antagnod, Gressoney-Saint-Jean e Crévacol.

Tutti accessibili grazie ad unico skipass elettronico internazionale, chiave di accesso alle ultime novità dell’anno che migliorano l’esperienza di sciatori e non, dai più esperti ai principianti fino ai più piccoli. Si comincia dal comprensorio di Breuil- Cervinia che ha potenziato la sua rete di innevamento programmato nella conca del Breuil – non solo nei tracciati n.3 e n.5 ma anche nel n.3 bis – oltre che aprire una nuova biglietteria presso la stazione di partenza della telecabina e funivia di Plan Maison. Inoltre, è stata predisposta un’area riservata all’esercitazione per la ricerca con l’Arva, per ricordare come la sicurezza sia importante.

La Thuile regala, invece, la possibilità di assistere dal vivo a gare internazionali. Storica è infatti la decisione della FIS di scegliere il comprensorio come località per il recupero delle gare di Coppa del Mondo di sci alpino maschile e femminile, di qualsiasi disciplina. In tema di sicurezza, il comprensorio del Monterosa-Ski si fa portavoce di un messaggio di consapevolezza dell’alta montagna con il Monterosa Freeride Paradise, consigliato a chi preferisce l’adrenalina degli sport estremi alla tranquillità delle discese battute. Altra novità è la nuova seggiovia quadriposto Cimalegna-Salati in Valsesia, che affianca il Funifor.

E per i più tecnologici, Pila si rinnova con un restyling totale del sito – nuova grafica e funzionalità migliorate per monitorare le condizioni meteorologiche direttamente con i propri occhi. La Regione introduce anche una novità “social”: lo Ski-Pic, il modo più semplice per registrare e condividere la propria esperienza in Valle d’Aosta. Si tratta di un’app che consente di raccontare l’esperienza tra le vette valdostane e catturare i momenti più divertenti delle proprie vacanze. Un sistema presente anche nelle stazioni di sci di Cervinia, Monterosa ski, La Thuile e Pila.

Da sottolineare è l’attenzione che la Valle d’Aosta ripone verso il tema della sicurezza quando si parla di montagna e offerta neve. Numerose infatti le iniziative poste in essere dalla regione, dalle dodici semplice regole di condotta – divulgate tramite volantini, poster e uno speciale QR-Code presso le stazioni sciistiche – sino all’allestimento di campi di sicurezza. Senza dimenticare l’aggiornamento di Aosta Valley Card che, attiva dallo scorso anno per gli sciatori, ora si estende ai turisti (Tourist card), alle guide alpine e agli appassionati di montagna (Proguide). Prosegue anche il “Safe Ski Project” – voluto dall’Associazione Valdostana Impianti a Fune (AVIF), l’Associazione
Valdostana Maestri di sci (AVMS) e l’Associazione Sport Invernali della Valle d’Aosta (ASIVA) – con l’obiettivo di sviluppare una coscienza collettiva consapevole e rispettosa della montagna e dello sci.