Alleanza Convention Bureau

Italia, Irlanda, Francia, Portogallo e Lettonia hanno aderito all’Alleanza europea tra Convention Bureau nazionali, portando il numero totale dei membri a 22. L’entrata di questi cinque Paesi è stata annunciata in occasione del recente incontro che si è tenuto a Copenhagen. Quest”alleanza strategica, già presentata ad Imex America nel 2014, è la prima di tale genere e con questi obiettivi, consistenti nello scambio di idee e competenze tra esperti del settore Mice e la cooperazione tra gli stati membri. I Paesi che hanno fatto il loro ingresso nell’Alleanza si uniranno agli altri 17 membri in una collaborazione che fonde le peculiarità di ciascuna destinazione per facilitare e rafforzare l’approccio verso i mercati chiave, come ad esempio quello americano e quello cinese. L’alleanza sta adesso valutando numerosi progetti, tra cui un’importante ricerca di mercato incentrata proprio sul panorama di opportunità che rappresenta la Cina. Il presidente di Convention Bureau Italia, Carlotta Ferrari, ed il sales and marketing manager Tobia Salvadori, presenti entrambi all’incontro di Copenhagen, hanno detto: “Essendo un Convention Bureau nato da poco è ancora più importante per noi esser parte di questo network che tocca direttamente oltre il 50% del business congressuale del mondo. In particolare, la promozione comune alle fiere internazionali più importanti verrà favorita dall”alleanza che si concretizzerà in più forte potere d”acquisto; e lo scambio di know how fra realtà diverse, alcune più grandi, altre più snelle, sarà di sicuro stimolo per tutti”. Secondo i membri dell’Alleanza, intervistati durante il loro recente incontro a Copenhagen, l’Europa ha ottime prospettive future in termini di meeting ed eventi ed è considerata come la destinazione numero uno nel mondo per la meeting industry. Quasi tutti (93%) ritengono che il mercato sia in crescita e più di due terzi di loro (67%) hanno visto per il 2015 un aumento del proprio budget dedicato al marketing. Matthias Schultze, casino amministratore delegato del Convention Bureau tedesco ed Eric Bakermans del Tourism Board olandese, parlando a nome del gruppo, hanno commentato: “Siamo lieti di accogliere nella nostra Alleanza i cinque nuovi membri. I vantaggi di un progetto di questo tipo sono numerosi: condividere le competenze, cooperare per incrementare il valore di ogni singolo Paese nonché consolidare e rafforzare il ruolo dell”Europa come destinazione principale per i grandi eventi di business nel mondo. Come voce unitaria di 22 membri in tutto il continente europeo puntiamo alla collaborazione produttiva al fine di creare una proposta ricca e ben strutturata per i nostri mercati di riferimento”. I convention bureau nazionali in tutto il continente europeo hanno risposto bene alla creazione di un”alleanza strategica che ora ha attratto 22 membri provenienti dai seguenti Paesi: Austria, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Olanda, Ungheria, Islanda, Irlanda, Italia, Montenegro, Norvegia, Polonia, Portogallo, Lettonia, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svizzera. Il gruppo ha generato grande interesse nel mondo del Mice. Il prossimo passo di quest”importante progetto sarà un incontro tra i membri e altri Convention Bureau nazionali che si terrà a Budapest a settembre 2015.